Alvin lancia la sfida: “Potrei tagliare la barba solo se…”

alvin tripodi barba

Questo post é stato letto 29430 volte!

Alvin Tripodi e la sua barba. Il giovane si è reso protagonista di un tanto singolare quanto insolito siparietto fra le vie di Melito Porto Salvo. Alvin, volto ormai noto per la sua folta e curata barba, si è lasciato andare a delle dichiarazioni che meritano una certa attenzione.

Alvin Tripodi e la sua barba

Alvin Tripodi ci ha contattato per parlare della sua iniziativa.

“E’ incredibile ma è proprio vero il detto che ripeto sempre, cioè che la barba da fastidio sempre a chi non ce l’ha. Non c’è più un giorno in cui mi trovo ad uscire di casa senza dover dare spiegazioni alla gente che mi ferma per strada a chiedermi della barba. Mi pongono le domande più disparate e assurde, come:

  • se mi prude
  • se la lavo
  • perché la cresco
  • perché non la taglio

In poche parole, la mia barba sta più sulla bocca degli altri che sulla faccia mia! Per non parlare di quelle persone che con estrema ed invidiabile nonchalance si avvicinano e ti mettono le mani in faccia per toccartela, come se non fosse la mia, anzi, proprio come se fosse la loro! Abbiate pazienza, per i posteri, se volete toccarla almeno vorrei sapere dove sono state le vostre mani dall’ultima volta che le avete lavate!”

La barba: una filosofia di vita

“Inutile dire che se mi preoccupassi di ciò che pensa la gente del mio aspetto, probabilmente non uscirei di casa. Ma di certo non sarei nemmeno il solo a non avere il coraggio di uscire. Perciò se lo fanno liberamente gli altri, perché non posso farlo anche io?”

“Cresco la mia barba da ancor prima che diventasse una moda o un “semplice orpello” da uomo da finire sulle copertine dei giornali e sulla faccia dei calciatori. La porto da più di 5 anni, per motivi che per gli altri possono apparire banali ma per me hanno un significato profondo e che preferisco tenere per me. Le persone che mi conoscono profondamente lo sanno. Di sicuro non è moda, né trend, ma ecco, lo definirei più una filosofia di vita, ecco”.

Alvin lancia la sua sfida

Per questi motivi, Alvini Tripodi ha deciso di lanciare la sua sfida. 

“Tuttavia devo ringraziare i disturbatori che incontro per strada. Ultima su tutte la simpatica signora sulla cinquantina che oggi, fermandomi per le vie del paese mi ha detto: “Perché non la tagli? Eppure sei un bravo ragazzo!”. (Come se essere un bravo ragazzo fosse imprescindibilmente legato alla quantità di peli che si portano in viso); la ringrazio perché è stata la goccia che ha fatto traboccare dal vaso la mia prossima pittoresca e pazza idea.
Visto che in molti vogliono vedere la mia barba più corta e si battono per vederla rasata tanto da fermarmi per strada, lancio la mia sfida:

aprirò un conto per la raccolta di offerte. Se raggiungeremo 1500 euro in 30 giorni prometto che la taglierò pubblicamente e la somma raccolta sarà devoluta in beneficenza con tanto di ricevuta di bonifico e testimonianza del ricevente”.

Accettate la sfida?

In pratica “Pagami per tagliarmi la barba, così a te faccio un favore, ma tu lo fai anche a chi ne ha bisogno”.

Le donazioni raccolte saranno devolute ad una giusta causa che interesserà il nostro Paese.

L’indirizzo Paypal dedicato alle offerte è il seguente:
fortunatoalvintripodi@gmail.com – Causale “Taglia la barba”.

Questo post é stato letto 29430 volte!

Author: Maristella Costarella

autore e collaboratore di ntacalabria.it

1 thought on “Alvin lancia la sfida: “Potrei tagliare la barba solo se…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *