Ryanair Reggio Calabria, ancora dubbi

Ryanair Reggio Calabria, ancora dubbi

Ryanair a Reggio Calabria. Arrivano nuovi dubbi dopo le ultime dichiarazioni dell’amministratore delegato Michael O’Leary.

Ultime notizie da Ryanair

La compagnia irlandese ha reso noto di aver chiuso l’anno fiscale 2018-2019 (al 31 marzo 2019) con un utile netto pari a 1,02 miliardi di euro, in calo del 29% rispetto all’anno precedente. Ryanair ha motivato la flessione con il calo del prezzo dei biglietti in un contesto di concorrenza. Per l’anno in corso (2019-2020), la compagnia low cost non fa ancora previsioni.

Pochi giorni fa poi, Michael O’Leary, l’amministratore delegato di Ryanair, ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera. Tra le tante cose, si è discusso dei prossimi investimenti in Italia.

«Vorremo investire negli scali dove operiamo da tempo come Bergamo – ha detto – aumentando l’offerta a Malpensa; in Sicilia; in Puglia; a Fiumicino. Vorremmo allargarci anche a Ciampino, ma ci sono delle limitazioni. Se solo l’Italia avesse meno tasse…».

Per alcuni, questa risposta instilla nuovi dubbi sulla possibilità di vedere la compagnia in volo anche al “Tito Minniti”, dal momento che l’amministratore non ha fatto alcuna menzione a riguardo.

Ryanair a Reggio Calabria. Gli ultimi aggiornamenti

Le ultime notizie che riguardavano l’arrivo di Ryanair a Reggio Calabria le aveva fornite Sacal lo scorso 6 marzo, da allora però non sono ancora giunte novità ufficiali.

“Si attendono i risultati dei test – aveva comunicato Sacal – per le procedure di volo della pista di Reggio Calabria, propedeutici alla conferma dell’operativo Ryanair”.

I voli Ryanair dalla città dello Stretto sarebbero dovuti partire ad aprile 2019.

 

Leggi anche: Ryanair consiglia Scilla, il tweet