Giornata della Donna, l’importanza di ricordare

Giornata della Donna, l’importanza di ricordare

Giornata internazionale della donna. Sono state molte le iniziative organizzate anche in Calabria rivolte alle donne. Molte hanno avuto l’intento di sensibilizzare l’opinione pubblica.

Giornata internazionale della Donna

La festa della Donna è stata istituita per ricordare i diritti e le conquiste sociali ottenuti nel corso degli ultimi decenni dal mondo femminile. La donna fu celebrata per la prima volta, negli Stati Uniti nel febbraio 1909. L’iniziativa era partita dal Partito socialista americano. Le donne in quell’occasione erano state invitate a partecipare ad una manifestazione a sostegno del diritto di voto femminile. Dopo la manifestazione del 1909 negli Stati Uniti, si discusse di istituire una festa ufficiale. La prima Giornata internazionale della donna festeggiata un 8 marzo fu quella del 1914. Tre anni più tardi fu celebrata di nuovo in questa data. Ma stavolta però erano le donne di San Pietroburgo che scelsero l’8 marzo per protestare e chiedere la fine della guerra. Nel 1921 a Mosca si decise di fissare la data dell’8 marzo come la “Giornata internazionale dell’operaia”.

Perchè si regalano le mimose?

In questa data, in diversi paesi è tradizione regalare fiori alle donne. In Italia la ricorrenza cominciò ad essere celebrata specialmente dopo la Seconda guerra mondiale. Su iniziativa del Partito Comunista Italiano e dell’Unione delle Donne in Italia (UDI). Tra le protagoniste della scelta di donare il piccolo fiore giallo c’era Teresa Mattei, una ex partigiana. Lei insieme alle compagne Rita Montagna e Teresa Noce, propose di scegliere la mimosa come simbolo di questa ricorrenza poichè era molto facile da trovare nei campi e soprattutto economico.

“La mimosa – ha raccontato Mattei in un’intervista – era il fiore che i partigiani regalavano alle staffette. Mi ricordava la lotta sulle montagne e poteva essere raccolto a mazzi e gratuitamente”.

Il gesto di regalare mimosa per la giornata internazionale della Donna divenne così una vera tradizione.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *