Melito, Crea: “Presto uno sportello antiviolenza”

Melito, Crea: “Presto uno sportello antiviolenza”

Si è svolto nel pomeriggio di ieri presso l’Aula del Consiglio del Comune di Melito Porto Salvo, l’incontro promosso dall’Assessore alle Politiche Sociali, Patrizia Crea.

Folta la presenza delle Associazioni del territorio e delle agenzie educative che in questo incontro sono state protagoniste insieme al Comune per discutere l’opportunità di attivare ipotesi progettuali ed azioni concrete volte a contrastare in particolare, il disagio sociale giovanile.

patrizia crea

patrizia crea

L’Assessore Crea ha aperto il dialogo ringraziando i presenti per la loro vicinanza al territorio.
“Nessuno conosce Melito più delle persone che ci vivonoha affermato e l’aiuto che ci verrà dato lo accoglieremo di buon grado”. Ampiamente discussa è stata la volontà di agire tramite percorsi in sinergia.

“La prima comunicazione che vorrei faredice Patrizia Creaè sicuramente quella che riguarda il ripristino nell’immediato, della consulta alle politiche sociali e la prima seduta sarà convocata in tempi brevissimi. […]Parimenti chiederò una collaborazione alle Associazioni Sportive per creare una consulta delle Associazioni sportive, partendo così anche dai bisogni dei giovani iscritti e tesserati”.

L’Assessore ha poi voluto evidenziare a chi ha mosso la proposta di mettere a disposizione della cittadinanza i beni comunali, come questo sia stato fatto e come si lavorerà ancora verso questa direzione al fine di renderli il più fruibili possibile.

“Nel giro di un anno il Comune andrà a gestire una somma che è pari a 2 milioni e seicentomila euro, che sarà destinata alle politiche sociali, questa sommaspiega l’Assessoredovrà essere gestita insieme e nel miglior modo possibile. […] Altra cosa da attivare è l’Ufficio di Piano. In tal senso, è prevista una conferenza dei sindaci, ci prenderemo le nostre responsabilità per attivarlo il prima possibile affinché si riesca il 31 dicembre a presentare alla Regione il nostro Piano di Zona che sarà identificativo dei bisogni che il territorio ha e di cui Melito è il Comune capofila”.

L’Assessore ha poi voluto informare le Associazioni riguardo le modifiche apportate alle politiche sociali, intese solo agli articoli inerenti la concessione dei contributi. “Esiste un albo delle Associazionispiegachiedete di essere iscritte, la procedura è complessa ma necessaria, dobbiamo avere un albo che ci identifichi per avere una base da cui partire ed essere quanto più possibile legalizzati in tutto ciò che facciamo”.

Ha annunciato poi un altro cambiamento poiché, dal 1° gennaio 2017, molte competenze passeranno direttamente al Comune. “Il lavoro sarà tanto e bisogna impegnarsi per le responsabilità che abbiamo verso la cittadinanza. […] Alla luce di tutto ciò che è successo è necessario riscattare il nostro territorio, mettendo nero su bianco e andare avanti. […] Il comune di Melito ritiene assolutamente necessario istituire uno sportello antiviolenza e chiedo in qualità di Assessore alle Politiche Sociali, a tutte le Associazioni ed in particolare alle Associazioni CIF e FIDAPA di darmi insieme una grossa mano d’aiuto. Vorrei facessimo protocollo d’intesa con il Comune, gradirei che tutti coloro che si possono occupare di questo perché ne hanno le competenze, diano una mano all’Amministrazione per istituirlo nel più breve tempo possibile”.

Un pensiero importante è stato poi rivolto al mondo della scuola. Consapevoli del ruolo importante che essa riveste nell’educazione dei più giovani, per tale ragione “qualsiasi percorsoafferma Crea sia attuabile insieme o sia necessario all’’interno delle scuole verrà accolto e accettato con massima disponibilità ad aiuto e sostegno verso i ragazzi”.

Numerose le proposte delle Associazioni e tanti gli interventi che hanno spinto alla riflessione, tra queste ricordiamo la proposta del Presidente Provinciale dell’UNICEF, Pietro Marino che ha sostenuto l’ipotesi dell’istituzione di un Osservatorio che “funzioni da punto di sintesi delle politiche sociali e che sia di riferimento per tutte le Associazioni e che sappia confrontarsi con il mondo scolastico”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!