Ascoli – Reggina: Per Baroni non ci sono partite facili

Ascoli – Reggina: Per Baroni non ci sono partite facili

Ascoli-Reggina è il primo match del 2021 per gli amaranto, l’ultimo di quattro scontri diretti da affrontare in sintonia con le ultime prestazioni. Due vittorie, quattro pareggi e dieci sconfitte, per un totale di 10 punti, di cui quattro con Spal ed Empoli. È questo il bilancio attuale dell’Ascoli di Andrea Sottil, che sul sito del club, ha dichiarato:

L’arrivo di Baroni, ha portato sicuramente punti e prestazioni solide. La Reggina ha all’interno delle qualità, è reduce da una serie positiva. Entrambe le squadre arrivano bene all’appuntamento. Cercheremo di portare a casa punti importanti.                                                                           

I bianconeri marchigiani, nelle ultime uscite sono apparsi molto più organizzati. Punti di forza, il portiere Leali, Brosco ed il giovane Quaranta. Il centrocampo gode di elementi come Buchel e Saric. In attacco, spiccano Bajic e Sabiri. Era il 5 dicembre 2012, Ascoli – Reggina finì 1-3 per i calabresi. Allora ed ancora oggi, la partita viene ricordata per  il gesto di fair play di Pillon, tecnico dei marchigiani, che ordinò ai suoi di restituire il gol al passivo, giunto con un amaranto a terra per infortunio. 

Nel presentare l’ostica sfida, il tecnico Baroni è intervenuto attraverso i canali ufficiali del club amaranto.

L’AVVERSARIO

È una buona squadra che ha trovato fiducia nei risultati. È un gruppo che sta bene ed ha corsa.

LA GARA

 Sarà una partita complicata, ma lo sarà anche per loro. Ci aspetta una partita insidiosa. In serie B, non ci sono partite facili..

SULLA SQUADRA

Abbiamo cercato di recuperare al massimo le energie e la condizione fisica. Le assenze ci hanno portato a dover chiedere più sacrificio a qualche giocatore, ma non deve essere un alibi. La testa farà la differenza, sarà fondamentale non sbagliare l’atteggiamento.

SU DENIS

German, ha detto, ci ha dato un buon contributo contro la Cremonese. Rientra da un infortunio, ma in questo momento è più importante la prestazione.

L’ATTEGGIAMENTO GIUSTO

Dovremo affrontare la gara, con rispetto verso l’avversario, ma sempre con determinazione, voglia e coraggio, indipendentemente da chi saranno gli interpreti.

QUALE UNDICI

Il tecnico fiorentino, non dovrebbe apportare grossi cambiamenti all’undici che fino ad ora ha convinto con prestazioni positive e risultati. Lo testimoniano i sette punti conquistati, frutto della ritrovata autostima del gruppo, della maggiore propositività e coordinazione tra i reparti, nel cercare la profondità. Il tecnico amaranto, per la difficile trasferta in terra marchigiana, beneficerà del rientro di Stavropoulos. Tra i convocati anche Gabriel Charpentier, che dovrà ancora ritrovare la migliore forma.     

Questa lista dei 22 convocati per la trasferta di Ascoli:

Portieri: Farroni, Guarna, Plizzari.

Difensori: Cionek, Delprato, Di Chiara, Liotti, Loiacono, Peli, Rolando, Stavropoulos.

Centrocampisti: Bianchi, Crisetig, De Rose, Folorusho, Mastour, Rivas, Situm.

Attaccanti: Bellomo, Charpentier, Denis, Vasic.

Indisponibili: Faty, Gasparetto, Lafferty, Marcucci, Ménez, Rossi.