Roccella Jonica (RC), al via la manifestazione “Roccella è Moda, Arte, Cultura e Spettacolo”

Marco Falaguasta

Questo post é stato letto 39240 volte!

Marco Falaguasta
Marco Falaguasta

Una luce diversa sul vecchio modo di usare con maestria forbici, ago e filo. La tradizione si rinnova  negli abiti di Ilario Alta Sartoria, recuperando anche tessuti dimenticati con nuovi abbinamenti e fantasie inedite. “ROCCELLA E’ Moda, Arte, Cultura e Spettacolo”, sabato 28 luglio alle ore 21.00,  nel suggestivo Teatro al Castello di Roccella Jonica, tutte le novità delle collezioni firmate dal Maestro Ilario, che ritorna nel suo paese di origine dopo i successi raccolti a Roma e all’estero, realizzando abiti su misura, vere opere d’arte, per personaggi, protagonisti della politica e dell’imprenditoria, eccellenze del calibro di Charles Aznavour e campioni dello sport come Rafael Nadal, Andrea Lo Cicero e Paul Cayard, numero 1 del Club dell’Eleganza nato nell’Atelier di Ilario nel cuore di Roma, in zona Prati.

In passerella le collezioni primavera – estate e tutte le novità autunno – inverno del maestro Ilario Piscioneri, organizzatore della prima edizione della kermesse. Sfilerà anche la collezione femminile realizzata dai maestri sarti dell’Accademia dei Sartori, ospiti del Maestro Ilario e le borse del noto marchio The Bridge.

Conduce l’ex Miss Italia CLAUDIA ANDREATTI, annunciatrice di Rai1 e fresca concorrente di Ballando con le Stelle, con la partecipazione di ATTILIO ROMITA. Il duo comico BOVE E LIMARDI, direttamente da Zelig, intratterrà i presenti con la sua comicità esilarante ‘made in Calabria’ al 100% mentre protagonista musicale sarà l’eleganza di Ciccio Sax. Ma le sorprese non finiscono qui. In passerella ci saranno come ‘modelli per una notte’ indossatori ‘insospettabili’ e volti noti prestati alla moda per una sera.  La regia dello spettacolo, il cui cast è in via di definizione in queste ore, è di Fulvio Valente.

Foto duo Bove & Limardi
Foto duo Bove & Limardi

Protagonista indiscusso dello show, che si annuncia molto ritmato, sarà l’alta sartoria maschile di Ilario, che anticipa alcune delle novità che vedremo sfilare. ”In passerella trionfa il bianco, il colore non colore più versatile, con abbinamenti mai scontati. La classicità assume toni più spavaldi con un look all’insegna di contrasti inediti, talvolta spiazzanti, ma sempre glamour. Lo spezzato – spiega il maestro Ilario Piscioneri – ha un ruolo da protagonista: pantaloni in verde chiaro o a quadri abbinati a giacche azzurre o celeste, ad esempio,  pantaloni in classico lino bianco abbinati con giacche color avorio, pantaloni grigio chiaro abbinati a giacche nocciola chiaro. Anche il beige non tramonta e rinasce con accostamenti nuovi come l’abbinamento gessato all’avorio”.

Ilario, maestro sarto dell’Accademia dei Sartori, che dal 1575 detta legge nel campo della moda, rilancia per l’uomo il vecchio gilet e il doppiopetto. ”La rivoluzione – spiega – investe gli abiti da sera con il tight che si aggiorna proprio grazie al gilet che assume tonalità inedite. Non è da meno lo smoking,  con petto nero o blu notte e giacca azzurra o grigio perla. La novità dell’abito da sera è anche l’inedito abbinamento tra giacche a fantasia spigata e pantaloni in tessuto gessato”. Per i capi invernali fantasie scozzesi e tartan con colori più chiari come l’azzurro e il verde, ma anche il bordeaux e il celeste con pantaloni a quadri e finestrati.
Il soprabito estivo e il cappotto cambiano faccia: la tinta unita cede il passo a fantasie colorate.

 “Abbiamo cambiato il vecchio modo di fare sartoria – spiega Ilario Piscioneriabbiamo spolverato il buio e dato una luce nuova, con fantasie e abbinamenti di colori sorprendenti, che stanno già riscuotendo interesse e consensi. E poi c’è un trionfo del vintage, con la riscoperta dei pantaloni da uomo a zampa di elefante e di tessuti dimenticati. L’eleganza – aggiunge Ilario – è un biglietto da visita, un rituale quotidiano che crea dipendenza e può diventare una piccola ossessione. L’eleganza è un modo di essere e, a tal proposito, vanno smentiti alcuni luoghi comuni come quello sul doppiopetto. Non è vero che ingrossa, il doppiopetto – conclude – rende un uomo elegante”.

Per quanto riguarda la Donna, Ilario ha chiamato a raccolta alcuni colleghi sarti che propongono una sfilata di tailleur coloratissimi in tinte pastello. Quindici, venti colori diversi, dal porcellana al fucsia, dal verde al giallo, dall’arancio al pervinca, si mescolano in un elegante gioco di sfumature. Tra i tessuti leggeri prevale l’organza, mentre il cachemire domina la collezione autunno-inverno con i cappotti di vari colori, tra cui spicca il rosso.

Spazio in passerella anche agli abiti da sposa, creazioni esclusive realizzate per un giorno speciale. E infine gli abiti da sera da donna, eleganti e raffinati, in classico nero con delicati ricami tinta su tinta.

“In un momento in cui tutti parlano di crisi – dice il maestro Ilario,  noi vogliamo dare fiducia ai giovani aiutandoli ad avvicinarsi ad un lavoro impegnativo ma ricco di soddisfazioni.  Vorrei  offrire a una nuova generazione di aspiranti sarti la possibilità di  seguire le orme degli antichi Maestri e di imparare una delle più alte forme di artigianato”.

In occasione della prima edizione della nuova  kermesse, Roccella Jonica è pronta ad accogliere ospiti noti e giornalisti sulla sua splendida baia sabbiosa tra i profumi e gli incantevoli colori del suo mare, con la possibilità di degustare le specialità locali come gli imperdibili dolci all’essenza di bergamotto, offerti dalla Cascina, noto ristorante di Salvatore Agostino, cultore e ricercatore dell’oro verde di Calabria.

 Il connubio tra Roccella e la Moda ha radici antiche: per circa 30 anni l’accogliente cittadina turistica della Riviera dei Gelsomini ha ospitato la Rassegna internazionale della Moda sartoriale, con annesso concorso per giovani stilisti, ideata dall’indimenticato maestro sarto Antonio Russo.

Oggi Ilario, impegnato nella tutela dell’arte sartoriale, ”una tradizione artigianale da tramandare alle nuove generazioni”, intende far rivivere a Roccella i fasti di quell’evento che richiamava in riva alla costa jonica reggina nomi come Yoshinori Shimizu, Luciano Soprani, Egon Von Furstenberg.

La serata del 28 luglio, organizzata dal Maestro Ilario con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Roccella Jonica, della Provincia e della Regione Calabria sarà presentata alla stampa nel corso di una conferenza in programma venerdì 27 luglio 2012 alle ore 19 presso la sala consiliare del Municipio.

Al termine della conferenza, gli ospiti gusteranno le prelibatezze dell’eccellenza calabrese al “Golosia” di Marina di Gioiosa Ionica.

Questo post é stato letto 39240 volte!

Author: Cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *