Metromare, Ugl Giovani Calabria al fianco dell’Ugl Giovani Sicilia

Metromare, Ugl Giovani Calabria al fianco dell’Ugl Giovani Sicilia

ugl-giovani

ugl-giovani

L’Ugl Giovani Calabria è al fianco dell’Ugl Giovani Sicilia nella denuncia delle gravi conseguenze che comporterà l’annunciato dimezzamento delle corse della Metromare: dalle ricadute occupazionali per l’inevitabile riduzione del personale alla compressione del diritto alla mobilità  dei cittadini e il diritto allo studio degli studenti pendolari.  I giovani UGL calabresi condivideranno tutte le iniziative con i colleghi siciliani per sollecitare le Istituzioni preposte e chi di dovere per garantire collegamenti stabili tra le due sponde.

«Non possiamo parlare di  grandi progetti  – dichiara Giulia Meliti Coordinatrice Regionale UGL Giovani Calabria- se vengono eliminati i collegamenti fondamentali nell’area dello Stretto. Invece di incentivare e puntare sul trasporto merci e persone con un’ottimizzazione concreta e strategica delle risorse,  sul turismo, sulle capacità di attrarre investitori stranieri diventando, di conseguenza, una delle capitali economico-finanziarie del Mediterraneo, si è sempre pensato  di attuare e concretizzare tagli indiscriminati. Sono in troppi ad avere colpe, in tanti a non aver fatto ciò che avrebbero dovuto.- prosegue la Meliti- Come evidenziato in conferenza stampa dai colleghi siciliani sabato scorso, stiamo ascoltando solo rinvii ,scarica barile  e solo parole, mentre le nostre città, le nostre regioni, continuano ad essere spogliate dai servizi essenziali».

«Siamo in presenza di una situazione paradossale- prosegue  Nicoletta Labate,  Coordinatrice Provinciale UGL Giovani di Reggio Calabria –  dove  le corse della Metromare sono salve ma ridotte del 50% e soppresse quelle festive. Nonostante tutto – conclude la sindacalista – si legge la soddisfazione dei nostri rappresentanti politici, per  aver evitato ai seimila utenti “il peggio”. Siamo arrivati a dover “gioire” per ogni battaglia vinta a metà e a tirare a campare fino alla prossima ( 31 dicembre 2013 ) , invece  vorremmo augurarci  di vincere, rivendicando i nostri diritti, arrivando fino alla fine!»

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!