Liomatic RC – La FortezzaRecanati 56-76

LIOMATIC: Dalla vecchia 10, Niccolai 13, negri 8, Di lembo 5, Dip 13, Grasso 2, roselli 5, Manzotti, Yasakov, Scozzaro. All. Bianchi

RECANATI: Pierini 18, Chiaramello 18, Di Trani 5, Caldarelli 2, Frascione 4, Vaile 12, Silvestrucci 6, Baldoni 9, Prosperi 2. All. Marsigliani

ARBITRI: Ciani e Rossi di Perugia

Si ferma alle semifinali la corsa della Viola. La formazione neroarancio cede con l’onore delle armi al forte Recanati che invece festeggia l’accesso all’ultimo atto della Coppa Italia di categoria. La formazione dello stretto gioca una gara solida ma si deve arrendere alla forza degli avversari che confermano di avere tutte le carte in regola per il salto di categoria. La Viola ha fatto comunque un’ottima figura ma ha pagato i problemi di falli di alcuni uomini chiave come Negri, Grasso e Dalla Vecchia, già caricati di tre sanzioni personali ad inizio secondo tempo. Eppure, coach Bianchi ha avuto qualche buona risposta da Niccolai e da Dip che ha confermato l’ottimo stato di forma ma questa volta l’ex Catanzaro non ha fatto i miracoli ed i reggini tornano a casa con una sconfitta. La Liomatic non ha demeritato, anzi ha tenuto testa ai rivali ed ha fatto capire che, se vuole e ci mette il giusto impegno, ha le potenzialità per poter competere con chiunque in questa categoria. La gara è stata equilibrata fino alla fine del secondo quarto. Nella ripresa, il Recanati scappa via trascinata da un infallibile Chiaramello che ha distrutto la difesa reggina con il suo micidiale tiro da fuori. La Viola ha provato a reagire ma, questa volta, il tentativo di rimonta è andato a vuoto e gli avversari hanno veleggiato senza problemi verso la vittoria chiudendo il match con un vantaggio importante anche se la Liomatic non ha demeritato. Il poco riposo fra una gara e l’altra ed i già citati problemi di falli oltre lo straordinario secondo tempo del Recanati sono stati motivi di una sconfitta onorevole che comunque non scalfisce l’ottima impressione fatta dai reggini in questo contesto che ha visto la presenza di tanti addetti ai lavori sotto contratto con società di grandi piazze cestistiche italiana ai quali ha fatto senza dubbio piacere rivedere la Viola a certi livelli. Termina dunque ad un passo dalla finale l’avventura della Viola nella Coppa Italia di categoria. A Foligno, si è visto qualche progresso dal punto di vista dell’intensità e soprattutto lo staff tecnico ha ammirato brani di grande pallacanestro difensiva. Adesso Negri e compagni andranno in vacanza per qualche giorno dopodichè si ritroveranno dopo le festività pasquali per cominciare a preparare la fase ad orologio che cominciare domenica 11 Aprile quando, al PAlaCalafiore, è di scena il temibile Catania, squadra che ha già superato due volta in questa stagione la compagine neroarancio.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!