Interpellanza di Antonio Trifoli sui Bronzi di Riace

Interpellanza di Antonio Trifoli sui Bronzi di Riace

Studio Krom convegno 40 anni bronzi

Studio Krom convegno 40 anni bronzi

Il sottoscritto Antonio TRIFOLI consigliere comunale del gruppo consiliare di minoranza; 

premesso che nelle acque del mare antistanti il nostro territorio sono state rinvenute nell’agosto del 1972 le due meravigliose statue bronzee di dimensioni leggermente superiori al vero (altezza: 205 cm e 198 cm), di provenienza greca o magnogreca o siceliota, databili al V secolo a.C. pervenute in eccezionale stato di conservazione, oggi in tutto il mondo conosciute come BRONZI DI RIACE;

 

che ,dopo il restauro effettuato a Firenze e dopo la breve esposizione al Quirinale voluta dall’allora presidente della Repubblica Pertini, sono dal 1981 custodite ed esposte nel Museo archeologico di Reggio Calabria;

            che le vicende relative alla loro scoperta non sono mai state chiarite ed ha visto la diatriba tra il sub romano Stefano Mariottini e i nostri concittadini Cosimo ed Antonio Alì, Peppe Sgrò e Domenico Campagna all’epoca dei fatti ragazzini;

            che lo studioso vibonese prof. Giuseppe Braghò, con il suo libro dossier “Facce di Bronzo”, ha aperto un velo sulla scoperta dei Bronzi raccogliendo una serie di prove, documenti inediti e sconcertanti, che dimostrerebbero come Stefano Mariottini, scopritore “ufficiale” delle statue e percettore del cospicuo premio di rinvenimento, e – insieme a lui – il Soprintendente – avrebbero organizzato una messa in scena al fine di occultare la verità a danno dei 4 ragazzini di Riace.

            che ha in questi giorni lo stesso prof. Braghò ha inoltrato alla Procura della Repubblica  di Roma un dettagliato esposto che potrebbe riaprire il caso in merito alle misteriose vicende della scoperta dei Bronzi;           

            che il nostro comune non ha mai avuto una giusta valorizzazione dai BRONZI;

            considerato che le politiche di questa amministrazione comunale riguardo ai Bronzi sono assolutamente poche ed inefficaci con in più le dichiarazioni sconcertanti del sindaco che più volte in eventi ufficiali ha dichiarato che “a lui i Bronzi lo annoiano”; 

interpella il Sindaco e tutta la Giunta Comunale per chiedere:

  1. Una maggiore attenzione su tutto ciò che riguarda i Bronzi poiché sono per la nostra comunità un vanto che fa conoscere il nome di Riace in tutto il mondo.
  2. Di sostenere con atto ufficiale il prof. Giuseppe Braghò che con le sue ricerche della verità sta rivalutando il nostro Comune;
  3. Di valorizzare finalmente il luogo di ritrovamento dei Bronzi poiche là dove sono state ritrovate quelle meraviglie dell’umanità non esiste niente che lo ricordi se non rovi ed arbusti e nemmeno una strada pubblica vi è per poter accedere.
  4. Di impegnarsi, chiedendo la collaborazione del Ministero dei Beni Culturali, della  Regione e della Provincia, per costruire un museo permanente dove esporre tutto il materiale inerente alla scoperta , al restauro e a tutto ciò che riguardi i Bronzi con biblioteca annessa dove raccogliere tutto ciò che è stato scritto su di essi e che possa essere utilizzata dagli studiosi.
  5.  Di istituire un Seminario Internazionale di archeologia subacquea, da compiersi con cadenza biennale, una Scuola Stabile di Archeologia subacquea, con istituzione di corsi specifici teorici e applicati e un Centro Nazionale Permanente di Studio e Protezione del Patrimonio Culturale Sommerso.
  6. Di intensificare e consolidare i rapporti con la città di Reggio Calabria e in particolare con il nuovo Museo Nazionale di Reggio Calabria dove saranno custoditi ed esposti i Bronzi una volta finiti i lavori di restauro.

            In attesa di riscontro vogliate gradire i più cordiali saluti.

Category Reggio Calabria

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!