Borghi Solidali, 2^ edizione dei workshop residenziali tematici nell’area grecanica

unomattina borghi solidali

Questo post é stato letto 16630 volte!

borghi solidali
borghi solidali

«Siamo soddisfatti di avere reso i Workshop o Campi Tematici per studenti universitari un appuntamento fisso che si ripete. E’ il primo passo per quell’opera di programmazione annuale (non solo estiva) che auspichiamo e che è uno degli obiettivi principali della Linea di Azione “Valorizzazione del patrimonio architettonico e naturale per l’ospitalità diffusa” interna al progetto dei Borghi Solidali».

Elena Trunfio dell’Agenzia presenta in tal modo laseconda edizione dei workshop residenziali tematici, questa volta autunnali, organizzati all’interno del progetto “I luoghi dell’Accoglienza Solidale nei Borghi dell’Area Grecanica”, che hanno come obiettivo un certo tipo di turismo culturale, al contempo responsabile e sostenibile.

Anche quest’anno il tema è il Rilievo Architettonico e Urbano dei borghi grecanici, nell’obiettivo della riscoperta delle antiche abitudini abitative attraverso la conoscenza dei caratteri tipologici, costruttivi e funzionali. Le attività di ricerca si svolgeranno non solo a Roghudi, gia’ sede di un precedente workshop analogo, ma anche a Gallicianò.

Direttore scientifico del progetto è il Prof. Gianni Brandolino, coadiuvato dall’arch. Pietro Mina, e vedrà impegnati, nel totale, 150 studenti della Facoltà di Architettura dell’ateneo reggino, che nei quattro finesettimana di Novembre realizzeranno una capillare attività di rilievo, in prosecuzione di quella già intrapresa lo scorso anno, posando così un altro mattone nella ricostruzione della conoscenza dei borghi antichi, in parte abbandonati.

«Gli “Autumn Camp” rappresentano una grande opportunità per la didattica. Bisogna abbandonare i vecchi schemi universitari e portare gli studenti sul territorio, per offrire loro la possibilità di una didattica learning by doing – ha spiegato il prof. Brandolino –  Il progetto, alla sua seconda edizione e ideato insieme all’arch. Santo Marra, responsabile della Linea di Azione per Borghi Solidali, vuole non sono contribuire alla conoscenza e alla valorizzazione dei borghi grecanici ma anche e sprattutto offrire agli studenti la possibilità di operare direttamente sul campo, su progetti reali e dando un contributo concreto al territorio».

Le attività di rilievo si protrarranno per tutto il mese di Novembre e i risultati della ricerca saranno successivamente resi noti attraverso un In-Seminario Sostenibile condotto dagli stessi studenti al quale saranno invitati a partecipare cittadini e istituzioni locali.

Questo post é stato letto 16630 volte!

Author: Cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *