Angela Napoli sull’Operazione “Sistema”

Angela Napoli sull’Operazione “Sistema”

Angela Napoli

Angela Napoli

L’operazione “Sistema”, condotta dal Comando provinciale dei Carabinieri di Reggio Calabria, su disposizione della DDA, che ha portato all’arresto di otto soggetti ritenuti legati alla cosca Crucitti della ‘ndrangheta reggina, consolida quanto ormai emerge da più inchieste avviate sul territorio nazionale.

Gli uomini della ‘ndrangheta votano e fanno votare ed hanno la capacità di far eleggere i loro rappresentanti politici in seno ai vari Organismi elettivi.

Credo sia giunto il momento di comprendere che non servono più fiumi di parole antimafia, proprio nel mentre una parte della politica, sicuramente quella malata, continua a destreggiarsi solo con la “conta” dei risultati elettorali. Penso, invece, sia giunto il momento di fare un bagno con i sali dell’umiltà e della  responsabilità, verificando la qualità dei consensi ottenuti.

Contemporaneamente il mondo della politica dovrebbe trovare il coraggio di “cacciare” dagli Enti elettivi, a tutti i livelli, coloro che si sono avvalsi dei consensi elettorali mafiosi.

Basta con le “targhe”, utili solo a vestire di “verginità” alcune Istituzioni!

La politica ha il dovere di allontanare i “ladri della legalità”, rei di usurpare quella liceità necessaria ad assicurare la giustizia sociale ai cittadini onesti.

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!