Castrovillari (CS), il 17 marzo Giuseppe Maradei con “C’ere ‘na vota…”

Giuseppe Maradei

Questo post é stato letto 22920 volte!

Giuseppe Maradei
Giuseppe Maradei

Sabato 17 marzo il teatro Sybaris del Protoconvento Francescano di Castrovillari, alle ore 21, accoglierà lo spettacolo “C’ere ‘na vota…” di e con Giuseppe Maradei e Camillo Mafia alla fisarmonica.

L’appuntamento con il Teatro della Sirena  Libero Popolare d’Arte di Calabria Citra- precisano l’Assessore Filomena Ioele ed il direttore artistico, Benedetto Castriota- fa parte del percorso offerto dalla XIII Stagione Teatrale comunale di Castrovillari che porta in scena capacità artistiche regionali e nazionali di indiscusso valore.

Un lavoro, quello del bravo Giuseppe Maradei, “per rievocare– suggerisce la brochure- immagini  ed atmosfere di un tempo perduto, ma anche mondi incantati della fantasia, servendosi  di una lingua antica che affonda le sue radici in una terra amara e assolata...”

Un’occasione, insomma,  per riflettere ad alta voce, avvalendosi delle particolari doti di un protagonista del fare artistico e culturale, che mette a fuoco valori perduti che bisogna ritrovare  urgentemente per riequilibrare una barra in un mondo che ha smarrito da tempo il senso del suo cammino barattandolo con forme edulcorate e surrogati che adombrano la persona, il suo significato più profondo e vero ed il suo desiderio di libertà, felicità e giustizia.

Pure ironia e satira nelle espressioni creative di Maradei richiamano questo desiderio, questa passionalità, questo umano sentire che “grida” nonostante tutto e nel segno di una cultura popolare, fatta di sapienza, di esperienza che vengono da lontano e ci richiamano alla realtà, all’essenziale:  a quei modi semplici che riconoscono all’uomo il suo primato,  la sua dignità  che significa fare spazio al suo desiderio profondo di verità e di infinito. Ecco perché l’importanza anche di un richiamo attuale come “C’ere ‘na vota…” nelle ferite aperte del mondo d’oggi!

Questo post é stato letto 22920 volte!

Author: Cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *