Catanzaro, riunione tra tecnici Arpacal e Dipartimento Ambiente della Regione

arpacal

Questo post é stato letto 18320 volte!

arpacal
arpacal

Si è svolto ieri a Catanzaro, negli uffici del Dipartimento Politiche dell’Ambiente della Regione Calabria, un incontro tra i tecnici dell’Area di riferimento Via – VAS – IPPC dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria (ARPACAL), guidati dal dirigente Dr. Clemente Migliorino, ed i funzionari del Servizio 7 VIA – AIA del Dipartimento ambiente regionale, con a capo il dirigente dott. Eugenio Spagnuolo.

“La riunione – ha dichiarato il Dr. Migliorino dell’Arpacal –  è servita a rafforzare il clima di collaborazione tra la nostra Agenzia ed il Dipartimento Politiche all’Ambiente sui problemi inerenti le attività di nostra comune competenza. In particolare, abbiamo valutato alcuni aspetti procedurali legati alle pratiche VIA e AIA,  dall’istruttoria, al rilascio delle autorizzazioni, ai monitoraggi e ai controlli”.

“L’incontro è stato proficuo – ha concluso Migliorino – ma, chiaramente, non poteva essere esaustivo data la problematica molto vasta. Alla fine dell’incontro si è deciso di proseguire questa collaborazione con altri incontri che verranno fissati di volta in volta e affrontando tematiche specifiche, considerando la possibilità dell’istituzione di un tavolo tecnico permanente dove siano rappresentati i diversi Enti a vario titolo interessati alla problematica”.

Le normative nazionali e regionali (seconda parte del D.Lgs. 152/2006 e Regolamento della Regione Calabria 4 agosto 2008 n. 3) demandano all’Arpacal l’importante compito di svolgere controlli sugli impatti che alcune opere potrebbero avere sull’ambiente (Valutazione d’Impatto Ambientale / VIA regionale), nonché controlli sugli effetti ambientali significativi derivanti dall’attuazione di piani e dei programmi approvati (procedure VAS / Valutazione Ambientale Strategica). L’Agenzia riveste, inoltre, un ruolo importante sia nella fase istruttoria e sia in quella dei successivi controlli per le imprese che abbiano ricevuto l’autorizzazione integrata ambientale (A.I.A.).

Questo post é stato letto 18320 volte!

Author: Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *