Catanzaro in Movimento sulla micro autostazione di Piazza Montenero

L’apertura della micro autostazione di piazza Montenero è un segnale importante per la città di Catanzaro e per coloro che ogni giorno, per le svariate ragioni, sono ospiti del Capoluogo di Regione. La tanto vituperata, forse anche strumentalmente, micro autostazione cambia radicalmente il modo di accogliere lavoratori, studenti o semplici viaggiatori.

Un piccolo significativo passo finalizzato a dare dei servizi basilari, ma allo stesso tempo, fondamentali per una città che ogni giorno ospita migliaia di cittadini Calabresi e non solo.

Non possiamo, quindi, che essere soddisfatti sul completamento dell’opera che, in continuità con le precedenti Amministrazioni, è stata ufficialmente inaugurata. Oggi la struttura oltre ad offrire una copertura e delle panchine a molti pendolari, ospita un’edicola, dei servizi igienici e degli schermi a led che servono a dare informazioni di ogni tipo.

Non possiamo, quindi, che fare un plauso al Sindaco, Sergio Abramo e all’assessore Massimo Lomonaco per aver completato il progetto pensato e voluto dall’ex assessore Roberto Talarico, al quale bisogna riconoscere i meriti per l’intuizione e per la volontà di realizzarla. Ora però, bisogna completare il “mosaico” progettuale relativo a tutta l’area circostante. Tanto per incominciare è necessario eliminare la vecchia edicola, questo permetterà di rendere più spaziosi l’area circostante a Piazza Montenero. Ed infine, bisognerà fare in modo, anche con alcune modifiche alla circolazione, di far confluire i bus extraurbani verso la micro autostazione.

Qui bisognerà far scendere i pendolari, mentre gli autobus, così come prevedeva il progetto originario, dovranno essere parcheggiati in altro luogo. E, giusto per essere pignoli, per ultimare definitivamente l’opera, oltre che accendere tutte le luci e curare i contenuti dei display, sarebbe opportuno una ripulitura delle insegne e delle pareti della micro autostazione in quanto, nei mesi scorsi, in attesa dell’inaugurazione, sono stati presi di mira dai soliti vandali.

                                                                            Francesco De Sensi

                                                 Associazione Culturale “Catanzaro in Movimento”

Category Catanzaro

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!