Balli, comicità, arte e buon cibo: torna a Placanica “Borgo in fiore”

placa borgo

Questo post é stato letto 31480 volte!

placa borgo
placa borgo

Musica, risate, cultura, arte, tradizioni, buon cibo. E, naturalmente, tarantella. Torna a Placanica, dal 6 al 10 agosto, “Borgo in fiore”, con il mix vincente che ha decretato il successo di pubblico delle scorse edizioni. «E sempre con l’obiettivo di far conoscere a visitatori e turisti uno dei borghi più belli della Calabria», dice il sindaco Rocco Mario Clemeno.

Anche quest’anno, per la serata finale, è stato scelto un purosangue della scuderia Zelig: Giovanni Cacioppo, Il cabarettista siciliano sarà all’anfiteatro di Placanica venerdì 10 agosto. «La comicità targata Zelig – osserva Clemeno – negli scorsi anni, con Franco Neri, prima, e Paolo Migone, poi, si è rivelata la più forte attrattiva di pubblico. Quel pubblico che poi a Placanica è tornato, attratto, questa volta, dalla magia del nostro borgo».

La novità di quest’anno è che la prima serata, quella del 6 agosto, si svolgerà nella frazione Titi, con sagra della carne di capra, tarantella itinerante e ballo dei Gendarmi.

L’offerta musicale delle serate del borgo è tutta incentrata, naturalmente, su folk e tarantella. Quella itinerante e quella dei gruppi che si alterneranno sul palco dell’anfiteatro. Mercoledì 8 agosto si balla con i Zona Briganti, gruppo di musica popolare calabrese tra i primi a sperimentare la fusion della tarantella con altri generi appartenenti alla world music. Giovedì 9 sarà la volta dei Kalamu, band folk-rock che arriva dalla provincia di Cosenza. Venerdì 10 serata finale con i KalabrianSoul, “antipasto” dello spettacolo di Giovanni Cacioppo.

La seconda giornata del “Borgo in fiore”, quella di martedì 7 agosto, sarà dedicata alla terza edizione del Paliu da Motta (dall’antico nome del paese, “Motta Paganica”), sfida ludica in abiti medievali tra le contrade.

La cinque giorni prevede esposizioni artistiche, mercatini artigianali, decorazioni floreali, rappresentazioni teatrali, balli e degustazioni tra le vie del centro storico. La manifestazione si concentrerà nella parte alta del paese, nella zona che va dal “Ponte” al Castello medievale. Il convento domenicano che ospitò il filosofo Tommaso Campanella, divenuto negli ultimi anni meta di centinaia di visitatori, sarà aperto al pubblico nel corso di tutta la manifestazione. Nella serata conclusiva del 10 agosto, anche i tradizionali spettacoli pirotecnici e la suggestiva “Candilara”, con le vie del borgo illuminate dalla sola luce di candele e torce, tra musiche e atmosfere che evocano la storia medievale di Placanica.

Questo post é stato letto 31480 volte!

Author: Cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *