Melito Porto Salvo, il sogno bianconero di Sebastiano diventa realtà

Melito Porto Salvo, il sogno bianconero di Sebastiano diventa realtà

Per Sebastiano, 10 anni di Melito di Porto Salvo, si è avverato il desiderio di avere una stanza «come un pallone». La sua vita è diversa da quella dei suoi compagni, ma nonostante le difficoltà è vispo e sogna in grande. Affetto dal tumore di Wilms, ha dovuto infatti affrontare cure mediche a Bologna, dove si è trasferito assieme alla sua famiglia.

Il sogno di Sebastiano

Nei suoi sogni ha sempre immaginato di avere una cameretta a forma di pallone: la sua passione per il football occupa per lui uno spazio importantissimo: ogni suo pensiero è infatti rivolto al calcio. Il suo sogno più grande era quello di svegliarsi ogni mattina in una cameretta a tema calcio, con i suoi “colori” preferiti, quelli della sua squadra del cuore, il bianco e il nero della Juventus.

Il suo desiderio è giunto a Make-A-Wish® Italia, la Onlus con sede a Genova che realizza i desideri di bambini e ragazzi affetti da gravi patologie, corredato da un disegno: i sogni dei bambini hanno infatti quella capacità unica di essere vividi e tangibili, come se fossero veri. E di questo si tratta quando si parla dell’Associazione, di renderli veri: l’importanza di questo sogno andava trasformata in realtà.

Una “nuova stanza”

Ed è ciò che è successo alcuni giorni fa. Mentre l’ignaro Sebastiano, infatti, trascorreva la giornata a casa di un amichetto, una squadra di montatori, accompagnati dalla volontaria Sonia Labate, hanno preparato la sua cameretta. Grazie alla grande sensibilità di Francesco Modafferi, proprietario di “Mobili Fratelli Modafferi” di Reggio Calabria, e al sostegno di Moretti Compact, la cameretta è stata trasformata in uno scenario da vero professionista del pallone! Tutto è diventato juventino.

A lavoro concluso, il piccolo Sebastiano è tornato a casa sua e, ad attenderlo, una sorpresa incredibile: assieme ai suoi amichetti del calcio, erano presenti il Sindaco Salvatore Orlando, gli assessori Pasquale Pizzi, Francesco Romeo, Nina Iaria, Manuela Minniti e il consigliere Angelo Gurnari. Sebastiano non ha potuto credere ai suoi occhi: vedere tutta la sua stanza – cuscini, coperte, lampade, carta da parati – a tema Juventus. Una gioia infinita è esplosa: alla gioia del momento si aggiungerà, ogni giorno, una spinta emotiva di grande positività che lo aiuterà nel futuro e lo sosterrà anche nei momenti più difficili che la vita gli riserverà.

Le dichiarazioni

Ogni wish day è unico ed emozionante. Ieri abbiamo consegnato il desiderio a Sebastiano, la cameretta a tema Juventus. È stato un momento emozionante, il cuore in gola fino a quando Sebastiano non ha aperto la porta della sua cameretta, poi un urlo da stadio, “SORPRESAAAA” . In quel momento le lacrime hanno avuto il sopravvento, il cuore a mille: quello che più mi ha commossa è stato vedere la faccia di Sebby e i suoi occhi spalancati, nel vedere finalmente la cameretta dei suoi sogni con tutti i gadget della Juve.

Non è riuscito a dire nulla, l’emozione era tanta. Non credo sia facile trovare le parole per descrivere tutto questo, quello che so per certo è che poter donare un sorriso, vedere un bimbo felice immerso nei suoi colori del cuore bianco-nero non ha prezzo. È stato un pomeriggio pieno, in una cornice di allegria, amore e voglia di regalare forti emozioni. Ringrazio Make a Wish, per l’opportunità che mi ha dato di vivere tutto questo» ha raccontato Sonia Labate, volontaria Make-A-Wish Italia.

I desideri di ogni bambino sono per noi preziosi: ci mettono davanti alla bellezza e alla felicità autentica. Il volto di Sebastiano, i suoi occhi sognanti sono ciò che di più prezioso abbiamo e ci spinge ad andare avanti nella nostra mission» racconta Sune Frontani, Presidente e fondatrice di Make-A-Wish.

È dal 2004 che lavoriamo affinché quanti più bambini possibili possano vivere emozioni come quella vissuta dal piccolo Sebastiano e abbiamo finora realizzato oltre 2400 desideri, tutti indimenticabili.

Make-A-Wish® Italia: la scheda

Make-A-Wish® Italia è un’organizzazione no profit nata nel 2004 che realizza desideri di bambini e ragazzi tra i 3 e i 17 anni d’età affetti da gravi patologie. Il valore di un desiderio è enorme: un sogno esaudito fa capire che nulla è impossibile, e ha il potere di migliorare la qualità della loro vita.

Infatti, specifiche ricerche hanno dimostrato che le emozioni positive che ne derivano, generano concreti benefici per i bambini malati e le loro famiglie: l’89% dei bambini diventa emotivamente più forte, l’81% dei genitori afferma che i bambini affrontano meglio le terapie e il 98% delle famiglie torna a sentirsi di nuovo una “famiglia normale” (Fonte: Wish Impact Study Result, March 2011 – MAW America).

A conferma della sua serietà e affidabilità, destina una percentuale altissima delle proprie spese alla Missione (73% nel 2020). Make-A-Wish® Italia è affiliata a Make-A-Wish®International – una delle organizzazioni benefiche più note al mondo presente in 50 Paesi, con 40 affiliate, 45.000 volontari e 500.000 desideri realizzati.

Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, ed ideatore insieme a Nino Pansera della testata ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Marketing Manager in Irlanda.