Saviano a Riace, incontro con il Sindaco Lucano

Saviano a Riace, incontro con il Sindaco Lucano

Lo scrittore Roberto Saviano a Riace ha incontrato il Sindaco Domenico Lucano e il suo modello di accoglienza ed integrazione.

Saviano a Riace: “Tutto parte da qui”

“Mimmo, per quello che fai e per quello che sei, ti voglio bene”.  E’ quanto scrive lo scrittore sul suo profilo Facebook, dopo l’incontro con il Sindaco Lucano.

L’autore di Gomorra non ha mai nascosto di apprezzare l’ormai famoso “Modello Riace” portato avanti e sostenuto dal Sindaco del comune reggino. Un modello che dimostra come in uno stesso luogo riescano a coesistere più etnie, più culture usi e costumi ma anche diverse esperienze umane.

Nel pomeriggio di ieri, come ha fatto sapere lo stesso Saviano, Mimmo Lucano ha mostrato al noto autore il “lavoro incredibile, titanico, bellissimo e prezioso fatto in questi anni per accogliere chi ha bisogno e per salvare noi stessi”.

Nel pomeriggio i due hanno poi visitato i laboratori in cui operano i migranti ospitati e alle 18.00 c’è stato l’incontro con i cittadini e i fan in un locale del borgo. Saviano ha avuto modo di lodare le politiche di integrazione, di accoglienza e di giustizia sociale che sono nate proprio a Riace.

Tutto parte da Riace – ha scritto Saviano. In Italia tutto deve ripartire da Riace, dove esiste un modello di accoglienza possibile, sostenibile e virtuoso”.

La polemica con Salvini

Una visita, quella di Roberto Saviano che lo pone nuovamente in contrapposizione con il Ministro dell’Intero Matteo Salvini. Lo scorso giugno il Vicepremier aveva definito “uno zero” il sindaco diventato famoso per il suo modello di accoglienza.

Solo qualche mese fa Salvini aveva detto: “Non sono severo con il sindaco di Riace, se mi dice che per ripopolare il proprio paese sono necessari i migranti, credo che non sia la soluzione migliore. I borghi e i paesi non si ripopolano con i migranti”.

Più duro il botta e risposta tra Saviano e Salvini. Una polemica che ha portato alla fine, lo stesso Ministro a querelare lo scrittore per il contenuto di alcuni post su facebook.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *