Scuola Roccaforte del Greco cessa di vivere

Scuola Roccaforte del Greco cessa di vivere

La scuola Roccaforte del Greco cessa di vivere. Di seguito riportiamo la nota del Sindaco di Roccaforte del Greco, Domenico Penna.

Scuola Roccaforte del Greco, Penna: “Diritto allo studio negato”

“Malgrado – sostiene Penna – l’impegno promosso ancora una volta dall’Amministrazione Comunale di Roccaforte del Greco e sostenuto in primis dalla Prefettura di Reggio Calabria e dal Dr. Antonio Marziale, Garante dell’Infanzia e l’Adolescenza della Regione Calabria; la scuola a Roccaforte del Greco quest’anno cessa di vivere.
Il diritto allo studio ad ogni cittadino, sancito dalla Costituzione Italiana, non viene riconosciuto ai bambini di questo piccolo paese di montagna”.

“Bambini costretti a percorrere 50 km al giorno”

“Sono state proprio le istituzioni scolastiche, quella territoriale dell’Istituto Comprensivo Megali Melito – Roccaforte e l’A.T.P. di Reggio Calabria a voler chiudere in faccia le porte della loro scuola ai bambini di Roccaforte del Greco; dimostrando tra l’altro poco garbo alle sollecitazioni delle altre istituzioni.
Lo hanno fatto nascondendosi dietro fredde normative. Rifiutando di trovare soluzioni, come è stato fatto negli anni precedenti. In passato infatti, si è garantito almeno il mantenimento della scuola pluriclasse primaria anche in deroga alle normative nazionali e organizzative.
Per queste istituzioni è normale che dei bambini in tenera età per frequentare l’anno scolastico siano costretti a percorrere oltre 50 km al giorno. Per di più, su una strada in condizioni di scarsa percorribilità a causa di precaria manutenzione, soggetta durante il periodo invernale a frane e smottamenti”.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da NtaCalabria (@ntacalabria) in data:

Penna: “Sembra normale aumentare l’isolamento di Roccaforte”

“E’ normale far aumentare l’isolamento e la marginalità di questo piccolo centro aspromontano, alla cui comunità è riconosciuta la peculiarità di minoranza linguistica (minoranza area grecanica) tutelata dalla L. 15 dicembre 1999, n.482; nonchè spopolarla con pregiudizio per la propria identità linguistica e culturale.
E’ normale, indebolire, di conseguenza, quella «protezione» sociale primaria che, insieme alla famiglia, è fondamentale per la crescita e lo sviluppo del bambino; nonché del territorio stesso.
L’Ente Comunale tuttora è in attesa di poter concretizzare quanto richiesto con apposita domanda di partecipazione ai progetti SPRAR, per l’accoglienza di cinque nuclei familiari con minori a carico; così come deliberato il 24 gennaio 2018″.

Scuola Roccaforte del Greco, Conclusioni del Sindaco Penna

“Tra l’altro – conclude il Sindaco – il comune di Roccaforte del Greco è tra gli 11 comuni dell’Area Grecanica che fanno parte di un Progetto Pilota nella Strategia Nazionale per le Aree Interne. In esso è prevista a breve l’istituzione di una unica scuola di “area” che mette assieme i comuni di Roccaforte del Greco, San Lorenzo e Bagaladi.
Credevamo fosse normale ritenere fondamentale mantenere la presenza dello Stato tramite un presidio scolastico su un territorio particolare come quello di Roccaforte del Greco; in cui il diritto allo studio diventa inseparabile dall’educazione alla legalità.
Per le Dirigenti, Sinicropi dell’I.C. “Megali” Melito- Roccaforte e Zaccheria dell’A.T.P. di Reggio Calabria, considerare carta straccia le due note di questo Comune datate 6 agosto e 12 settembre 2018, non degne nemmeno di una risposta, tutto questo è normale”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *