Rogliano, al via il Festival “Di canti e di storie”

Rogliano, al via il Festival “Di canti e di storie”

Tutto pronto per l’apertura della prima edizione del festival “Di canti e di storie”, promosso dal GAL Savuto con la direzione artistica di Squilibri nell’intento di riannodare i legami con la vocazione più profonda della grande canzone d’autore italiana, incline a narrare il presente e la realtà attorno a noi: un programma ricco di appuntamenti di grande rilievo, tra presentazioni di libri, incontri con le scuole e concerti con le espressioni più rilevanti della nuova scena musicale italiana.

Si inizia il 13 novembre, alle ore 17, a Santo Stefano di Rogliano, con la presentazione del volume “La Calabria si racconta”, in cui diversi calabresi d’eccezione –scrittori, musicisti e cineasti- si sono interrogati sulla loro terra animando un racconto corale di grande efficacia e rinunciando anche ai proventi della vendita a favore di Libera: interventi, in voce e in musica, di alcuni degli autori tra i quali Mimmo Gangemi, Cataldo Perri e Peppe Voltarelli.

Alle 21, a Rogliano, il concerto di Peppe Voltarelli, con il suo carico irresistibile di ritmo ed ironia, sentimento e nostalgia, forte di una consacrazione che da tempo ha varcato i confini nazionali, con i suoi brani ripresi da artisti europei e americani e adoperati anche da registi di fama come colonna sonora di cortometraggi e film. Suo ospite Otello Profazio, l’antesignano del folk revival in Italia, con oltre cinquant’anni di carriera alle spalle a indicare anche l’incontro tra diversi generazioni di cantori, accomunati dal riferimento a una Calabria assunta come metafora di una più generale condizione esistenziale.

Il 14 novembre, a Santo Stefano di Rogliano, alle ore 17, la presentazione del volume di Timisoara Pinto, “Lavorare con lentezza”. Enzo Del Re il corpofonista, l’esponente più emblematico di una fervida stagione di impegno civile con interventi, in voce e in musica, di Maurizio Agamennone, Dario Brunori, Alessio Lega e Andrea Satta.

Alle 21, a Rogliano, il concerto dei Têtes de bois, vincitori dell’ultima edizione del Premio Tenco con il loro nuovo omaggio a un gigante della canzone d’autore come Leo Ferré per il quale hanno ricevuto il Premio Tenco 2015: sul palco anche Dario Brunori e Alessio Lega, a indicare le molteplici vocazioni della nuova canzone italiana.

Si chiude il 15 novembre a Rogliano con un doppio appuntamento. Alle 17, Forever Young, un reading musicale in omaggio a Neil Young, nel settantesimo del suo compleanno, ad opera di Dario Costa, Massimo Garritano e Gianluca Veltri, con cover di alcune delle più celebri canzoni del cantautore canadese alternati a letture di passi della sua autobiografia. Alle 18, il concerto di Carlo Muratori che presenterà in anteprima il suo ultimo album, Sale, in uscita per la fine del mese, altra raffinata e coinvolgente prova di uno dei più longevi e ispirati esponenti della canzone d’autore italiana: con lui sul palco la signora del canto popolare italiano, Lucilla Galeazzi, e Peppe Voltarelli, che compare nel disco di Muratori assieme ad altri esponenti di spicco della scena musicale nazionale come Franco Battiato.

Il 15 novembre sarà designato anche il vincitore dell’omonimo premio per il quale sono giunti in finale Massimo Donno, Piergiorgio Faraglia, Giuseppe Moffa, Carmine Torchia e Giovanni Truppi.
Gli incontri a Santo Stefano di Rogliano si tengono a Palazzo Parisio, gli appuntamenti di Rogliano all’Auditorium dell’Istituto “A. Guarasci”.

Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Category Cosenza, Eventi

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *