Museo Gerhard Rohlfs, arte contemporanea tra le nuove sezioni

Museo Gerhard Rohlfs, arte contemporanea tra le nuove sezioni

Museo Gerhard Rohlfs. Continuano le iniziative all’interno del Museo della Lingua greco-calabra Gerhard Rohlfs, grazie al progetto “Segni-tracce-parole: sincretismi della Calabria Greca”.

Inaugurazione nuove sezioni del Museo Gerhard Rohlfs

Domani, 31 marzo, verranno inaugurate alle ore 18:00 tre nuove sezioni: la sala lettura della biblioteca Franco Mosino, la Giudecca ed il borgo dei Mestieri. Questi nuovi spazi saranno valorizzati con tre installazioni d’arte contemporanea realizzati da artisti di formazione e provenienza diversa. I tre talenti, attraverso linguaggi, tecniche e materiali opposti, hanno creato queste installazioni che verranno collocate nei nuovi settori del museo bovese. Sarà possibile ammirare le opere degli artisti Antonio Pujia Veneziano, Angela Pellicanò e Roberto Lucifero alla fine dell’incontro.

Il convegno

Per l’occasione è previsto un convegno che si terrà presso il Museo Gerhard Rohlfs.

Per i saluti istituzionali ci saranno il sindaco di Bova, Santo Casile ed il consigliere regionale della Calabria, Giovanni Nucera. Interverranno il Presidente del Parco Nazionale d’Aspromonte, Giuseppe Bombino ed inoltre Rossella Agostino, del Polo Museale della Calabria e Danilo Brancati dell’Associazione culturale Jalò tu Vua. Modererà l’incontro, Pasquale Faenza, curatore degli eventi culturali. Seguiranno infine gli interventi degli artisti.

Gli autori presenteranno le loro opere nelle nuove sezioni museali che faranno parte del Museo della Lingua Greco-Calabra Gerhard Rohlfs. Sarà questo un modo per far tornare alla luce il patrimonio dei Greci di Calabria ed anche una maniera per promuovere il Museo della Lingua Greco-Calabra.

Il Museo Gerhard Rohlfs a Bova

Il Museo della Lingua Greco – Calabra Gerhard Rohlfs è stato inaugurato a Bova lo scorso 21 maggio 2016. L’edificio museale è situato proprio all’ingresso del Centro Storico. Da allora si sono alternate diverse iniziative e momenti di partecipazione per riaccendere la memoria sul passato dei Greci di Calabria. Il Museo è dunque dedicato al filologo e linguista Gerhard Rohlfs. All’interno del Museo è presente un’esposizione delle tesi linguistiche formulate dallo studioso. Infatti, proprio lui fin dal 1924, aveva avanzato l’ipotesi che la parlata che ancora vive nei borghi di Bova, Gallicianò e Roghudi, fosse di origine magnogreca.

museo gerhard rohlfs

Museo Gerhard Rohlfs

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *