Si aprono le porte della Provincia agli studenti dell’Accademia delle Belle Arti di Reggio Calabria

Questo post é stato letto 22460 volte!

La Provincia di Reggio Calabria apre le porte all’Accademia delle Belle Arti, diretta dal professore Rocco Lazzaro. L’idea è stata avallata con grande interesse dal presidente della Provincia di Reggio Calabria Giuseppe Raffa,  riconosciuto l’indiscusso contributo sul piano culturale che l’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria assolve nel suo mandato di alta formazione artistica.

In linea con l’attuazione del Libro Bianco della Governance europea, approvata con delibera di Consiglio provinciale,  è arrivata, qualche giorno fa, la sigla tra il rappresentante legale dell’Accademia di formazione artistica, il vicedirettore Daniela Maisano ed il presidente del Consiglio Provinciale di Reggio Calabria Antonio Eroi, la convenzione di tirocinio e stage per studenti iscritti, nell’anno accademico 2011/12, ai trienni ordinamentali e ai bienni sperimentali presso l’Accademia di Via XXV Luglio.

La Provincia di Reggio Calabria ha accolto la richiesta di ospitare sedici studenti, in stage o tirocinio di formazione, per la durata complessiva di 50 ore che daranno diritto al raggiungimento di n. 2 crediti formativi, così come richiesto dal piano di studio individuale. L’obiettivo sottostante all’iniziativa è offrire allo studente la possibilità di acquisire un metodo di lettura dell’opera d’arte, con analisi di materiali e tecniche usate, per giungere ad un’analisi critica dell’opera stessa, in relazione alla biografia e al percorso formativo dell’artista, il tutto, sfruttando l’osservazione dal vivo.

L’Accademia nominerà i tutor Pasqualina Invento e Giuseppina De Marco in veste di responsabili didattico-organizzativo, affiancati dal responsabile Gentile Scaramozzino designato dalla Provincia, che affiancheranno i ragazzi nello stage di formazione. Le modalità di svolgimento dello stage consisteranno nel rilevamento fotografico delle singole opere d’arte, nell’acquisizione di dati inventariali e di ogni altro elemento documentario utile alla lettura critica delle opere già in possesso della Provincia, nella ricerca bibliografica e nell’analisi di eventuali schede già compilate da altri Enti.

Il presidente del Consiglio provinciale Antonio Eroi dichiara il suo entusiasmo per la concertazione dell’iniziativa che “è mirata ad agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro e si concretizza, fattivamente, nell’alternanza di momenti di studio e lavoro nell’ambito dio processi formativi”.  Altresì, dichiara tutto l’interesse che “la Provincia di Reggio Calabria, quale Ente locale riconosciuto come Organismo di Alta Cultura, ripone verso obiettivi e strategie di formazione culturale, nella fattispecie confacenti con quelli dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria”.

Come ogni ambizioso progetto che segna il coinvolgimento della Provincia di Reggio Calabria guidata dal presidente Giuseppe Raffa, anche la convenzione tra Accademia e Provincia darà i suoi frutti nel lungo termine. Spiega Eroi: “Lo step finale del lavoro impegnerà la Provincia di Reggio all’acquisizione dei diritti d’autore dell’intero materiale catalogato che sarà offerto al grande pubblico sia come antologia da sfogliare e relegata in un volume prestigioso che in forma digitalizzata, utilissima per una consultazione veloce e facilmente taggabile. L’iniziativa in linea con le direttive in materia di governance europea, offre la possibilità di avvicinare i cittadini alle Istituzioni, tenendo fermo che la società civile svolge un ruolo importante nell’elaborazione delle politiche comunitarie ”.

Questo post é stato letto 22460 volte!

Author: Cristina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *