Reggio Calabria, brevi di cronaca del 31 luglio 2015

Reggio Calabria, brevi di cronaca del 31 luglio 2015

eadv

MAMMOLA: RINVENUTA PIANTAGIONE DI CANAPA INDIANA. È LA DICIANNOVESIMA DALL’INIZIO DELL’ANNO

A Mammola, i Carabinieri della locale Stazione, coadiuvati da militari dello Squadrone Eliportato Cacciatori Calabria e del Corpo Forestale dello Stato, nel corso di un rastrellamento, hanno rinvenuto una piantagione composta da 136 piante di canapa indiana, di altezza variabile dai 150 ai 300 cm, occultate nella fitta vegetazione, irrigate attraverso un tubo di gomma lungo 200 mt., sottoposto a sequestro.

Le piante rinvenute, previa campionatura, sono state distrutte su disposizione del Sostituto Procuratore di turno presso il Tribunale di Locri, dottoressa Federica RIOLINO.

RIACE: MINACCIA DI MORTE UN’OPERATRICE, DENUNCIATO UN 27ENNE SENEGALESE

I Carabinieri della Stazione di Riace hanno deferito in stato di libertà un 27enne senegalese per minaccia grave.

In particolare, il prevenuto, nel pomeriggio di ieri, avrebbe intimorito una delle operatrici, lamentando un asserito ritardo circa il riconoscimento formale dello status di rifugiato politico nei confronti della moglie da parte della Commissione Territoriale di Crotone.

GIOIOSA JONICA: GUIDAVA CON PATENTE REVOCATA SIN DAL 1992, DENUNCIATO UN 46ENNE

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Roccella Jonica hanno deferito in stato di libertà un pregiudicato 46enne di Marina di Gioiosa Jonica per guida senza patente.

In particolare, il prevenuto, durante un controllo dinamico alla circolazione stradale avvenuto nella prima serata di ieri, è stato sorpreso mentre era alla guida di un’utilitaria, di proprietà di un 28enne bulgaro, pur essendo sprovvisto della prescritta patente di guida poiché revocatagli con provvedimento prefettizio il 23 aprile 1992, allorquando sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza.

A seguito dell’occorso, il mezzo è stato sottoposto a sequestro ed affidato in custodia giudiziale al proprietario.

ROCCELLA JONICA: DENUNCIATO UN 53ENNE PER FURTO DI ENERGIA ELETTRICA

I Carabinieri della Stazione di Roccella Jonica hanno deferito in stato di libertà il titolare di una grossa struttura ricettiva della zona per furto aggravato.

In particolare, a seguito di controllo esperito congiuntamente a personale specializzato dell’Enel, è emerso che lo stesso aveva applicato sul contatore tre magneti, al fine di ridurne i reali consumi fino addirittura al 65%.

Il materiale rinvenuto è stato conseguentemente sottoposto a sequestro, per il successivo deposito presso l’Ufficio Corpi di Reato della Procura della Repubblica di Locri.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!