Il sogno italiano finalmente fattibile: costruire il “Ponte Galleggiante Abitato” sullo Stretto di Messina

Il sogno italiano finalmente fattibile: costruire il “Ponte Galleggiante Abitato” sullo Stretto di Messina

stretto di messina

Il sogno italiano finalmente fattibile: Una socita’ canadese molto entusiasta a costruire il “Ponte Galleggiante Abitato” sullo Stretto di Messina.

Le prime Strutture Galleggianti prendono la forma di barca che fluttua ponti su fiumi che risalgono all’antichità. I Romani e Napoleone hanno suggerito di unire barchi come Ponte Gallegiante sullo Stretto di Messina. Un Ponte Galleggiante è stato tentato da viceré spagnoli in Sicilia nel 1701, ma subito ceduto a una violenta tempesta.
L’idea di collegare lo Stretto di Messina utilizzando il concetto “galleggiabile” riprende ultimamente forma grazie alla proposta innovativa del “Ponte Galleggiante Abitato” utilizzando le più innovative tecnologie utilizzate nel campo della costruzione delle piattaforme galleggianti per l’estrazione del petrolio utlizzati da anni nel mare del nord. Questi tecnologie rendono fattibile il sogno dei nostri antinati, e fanno rinascere l’idea del galleggiamento sullo Stretto.

Tantissimi i dubbi lanciati sulla fattibilta’ del “Ponte Galleggiante Abitato” sullo Stretto, alcuni addirittura criticavano la professionalita’, lo stesso ideatore del Ponte Galleggiante Abitato.
Finalmente la fattibilita’ viene lanciata da una socita’ canadese, i primi nel mondo nel campo delle costruzioni di grande strutture galleggiante “A nostra conoscenza nessun altro progetto simile esiste nel mondo, pero’ questo progetto è ben all’interno della nostra capacità di costruzione.”

La socita’ canadese ha espresso anche la sua opinione per quando riquarda la soluzione di aggancio utilizzata nel “Ponte Galleggiante Abitato” per renderlo stabile “L’ancoraggio insieme ai cavi tesi in fondo al mare è la soluzione più adatta per il “Ponte Galleggiante Abitato”. I cavi tesi vengono ormai utilizzati da anni per le grande strutture galleggianti nel mondo come le piattaforme petrolifere”.

Esperti italiani e stranieri hanno espresso il loro fascino per il “Ponte Galleggiante Abitato”. Dal Giappone il Prof. Ing. Eiichi Watanabe, l’esperto numero uno nel mondo nel campo di ponte galleggiante ha scritto al progettista “mi e’ piaciuto il tuo design senza precedenti per un ponte galleggiante abitato. Spero sinceramente che molte persone siano affascinate dalla tua originalita’ “.
Ora, il governo italiano potrebbe subito iniziare i lavori di costruzione del ponte per il collegamento stabile nell’ area dello Stretto, realizzando cosi l’antico sogno romano.
Vede l’intervista con il progeitista: http://www.youtube.com/watch?v=Thw0_U0OpMo

Arch. Mor Temor

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!