Scuola Rosalí non si tocca, la Regione Calabria interviene

Scuola Rosalí

Questo post é stato letto 24150 volte!

La Scuola Rosalí non si tocca, la Regione Calabria ha bloccato lo spostamento. Grande soddisfazione é stata espressa dal Consiglio d’Istituto dell’Istituto Comprensivo “Radice-Alighieri” di Catona. Ed anche dall’Assemblea Popolare di Rosalì.

Scuola Rosalí

La Regione Calabria ha bloccato lo spostamento del plesso di Rosalì dall’IC Radice Alighieri di Catona a quello di Campo Calabro. In tal modo é stata ripristinata la legalità in una situazione palesatasi da subito illegittima e prepotente. E’ la vittoria del buonsenso. É soprattutto la vittoria di una popolazione che ha saputo reagire contro un’operazione di puro comparaggio politico. Dimostrando ancora una volta che nessuno può calpestare la dignità di un popolo se ci si muove uniti.

Grande soddisfazione Scuola Rosalí

“E’ una soddisfazione immensa quella che le migliaia di persone hanno provato e stanno provando”. – continuano contenti i vari rappresentanti della nota a favore della Scuola Rosalí. – “Sono loro che hanno fronteggiato da settimane lo spostamento del plesso di Rosalì da Catona a Campo Calabro. E stanno provando questo senso di vittoria manifestando in queste ore per lo straordinario risultato raggiunto”.

La bocciatura della Regione di un’azione amministrativa prepotente quanto insensata. É stata perpetrata ai danni di Rosalì e dell’intera comunità dell’ex circoscrizione di Catona. Soddisfazione amplificata dalla fatica e dalla sofferenza che ha richiesto una mobilitazione senza precedenti. Ha coinvolto scuola, docenti, personale ATA, genitori, cittadini. Ed inoltre operatori commerciali e associazioni locali. Tutti uniti a fronteggiare quello che è stato definito uno “scippo” poggiato sulle bugie e l’arroganza.

E nella loro eleganza istituzionale importanti sono le parole che più colpiscono della nota della Regione Calabria. “Rappresenta il permanere dell’impossibilità di accogliere l’emendamento relativo all’accorpamento del Plesso di Rosalì all’IC Campo Calabro-San Roberto”. E tra queste parole sono proprio quelle finali ad essere messe maggioramente in risalto. É stato scritto che “il tutto finalizzato a dimensionare Istituzioni scolastiche. Comunque autonome anche se in reggenza”.

 

Questo post é stato letto 24150 volte!

Author: Francesco Iriti

Storico Direttore di www.ntacalabria.it, ed ideatore insieme a Nino Pansera della testata ntacalabria.it, é giornalista pubblicista dal 2008. Laureato in Scienze della comunicazione, ha di recente pubblicato il libro " E' un mondo difficile". Ecco il link per acquistarlo http://amzn.to/2lohl4U. Lavora come Digital Marketing Manager in Irlanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *