L’ area grecanica si tinge di nuovi colori

L’ area grecanica si tinge di nuovi colori

eadv

Accoglienza, Ricettività e Servizi complementari, Fattori di attrazione turistica, Qualità ambientale, Struttura e qualità della località. Sono queste le cinque macroaree che raggruppano più di 250 indicatori utili al conseguimento del marchio di qualità turistico e ambientale Bandiera Arancione del Touring. Ed è per queste e molte altre qualità che a Bova, dallo scorso 27 marzo, sventola la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano. Un lungo percorso quello di Bova, intrapreso ormai da quasi 20 anni e che ha visto proprio a marzo 2015, a Milano, il suo finale tutto arancione. Un progetto promosso dalla collaborazione del Touring Club Italiano con il Parco Nazionale dell’Aspromonte, nella persona del Presidente Giuseppe Bombino, e fermamente condiviso dal Sindaco di Bova, Santo Casile insieme all’Amministrazione Comunale, tutti consapevoli della qualità acquisita dalle comunità aspromontane nel campo dei servizi di ricettività e turistici. Dimostratasi in linea con gli standard qualitativi previsti dal Modello di Analisi Territoriale del Touring Club, Bova ha visto riconosciuti gli sforzi dei tanti che negli anni hanno dedicato il loro tempo e la loro passione per far conoscere e amare l’Aspromonte e l’Area Grecanica. Da anni a Bova, così come in tutti i Borghi della Calabria Greca, la rete di ospitalità diffusa, che riunisce piccole realtà ricettive, ha trovato grande apprezzamento da parte dei tanti visitatori, italiani e stranieri, che sempre più frequentemente scelgono i nostri vicoli intrisi di storia e vissuto, le montagne verdi e aspre dell’Aspromonte e l’ospitalità innata tipica dei grecanici. Il turismo sostenibile rappresenta una vera opportunità di crescita per le economie locali, dall’agricoltura, all’artigianato, fino alla valorizzazione di tradizioni antiche e preziose che racchiudono millenni di storia e cultura. E questo i grecanici l’hanno capito da tempo senza però mai smettere di far sentire il visitatore un amico di famiglia.  il marchio di qualità turistico e ambientale Bandiera Arancione del Touring si rivolge ai piccoli Comuni dell’entroterra con popolazione inferiore ai 15.000 abitanti e viene assegnato a quelle località che, oltre al patrimonio storico, culturale e ambientale, propongono un’offerta turistica di qualità che rispetta i principi della ecosostenibilità. Sono 209 adesso le Bandiere Arancioni in Italia, 4 i Comuni Certificati in Calabria. Una Bandiera ambita che ricordiamo è stata riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale del Turismo come unica esperienza italiana di successo nel campo del turismo sostenibile. I numeri danno prova del buon lavoro del Sindaco di Bova, Santo Casile, e del Presidente del Parco Nazionale dell’Aspromonte, Giuseppe Bombino, e soprattutto riconoscono gli sforzi di una Comunità, quella di Bova, che fin dall’inizio ha creduto nel recupero del proprio patrimonio architettonico, della lingua, della storia e della cultura come volano per diventare una meta turistica di nicchia. Il GAL Area Grecanica esprime grande apprezzamento per il risultato raggiunto dal Comune di Bova e dal Parco Nazionale dell’Aspromonte per il lavoro, costante e sinergico, che ha portato ad un riconoscimento così prestigioso. La Bandiera che sventola da qualche giorno a Bova è un pregio per la Calabria e ancor più per l’intera Area Grecanica. Un orgoglio grecanico che da oggi ha preso colore, l’arancione della Bandiera del Touring Club Italiano.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!