Emergenza rifiuti a San Lorenzo, Russo: “Multe ai trasgressori”

Emergenza rifiuti a San Lorenzo, Russo: “Multe ai trasgressori”

Continua imperterrita e senza sosta la lotta dell’Amministrazione Comunale di San Lorenzo capeggiata da Bernardo Russo contro coloro i quali deturpano l’ambiente, lasciando ai lati delle strade sacchi colmi di spazzatura proveniente dai vicini comuni di Condofuri, Bova Marina, Melito di Porto Salvo e Roghudi.

Giorni fa, dopo aver assistito all’accumulo continuo di spazzatura nelle frazioni di Marina di San Lorenzo e Chorio di San Lorenzo, il sindaco ha deciso, d’accordo con l’ufficio tecnico, di emanare un’ordinanza volta a tutelare l’ambiente ma anche i cittadini. Risulta infatti che, il maggior quintalaggio conferito in discarica dal Comune di San Lorenzo equivalga a dover affrontare spese maggiori che gravano sulla cittadinanza.

“È indubbio che l’ingente quantità di spazzatura conferita non è tutta prodotta dai nostri cittadiniafferma il sindaco Bernardo Russonon abbiamo alcuna intenzione di dover pagare l’indifferenziata dei cittadini di altri Comuni. Sappiamo che nei comuni limitrofi è già partita la raccolta differenziata, attività che verrà messa in atto il prima possibile nel Comune di San Lorenzo, io stesso mi sono prodigato alla Regione Calabria per avere il contributo per poter attivare la raccolta differenziata”.

“L’attuazione della stessa nei comuni limitrofi – continua Russo – non autorizza i cittadini a venire nel nostro Comune a riempire le strade di spazzatura. Bisogna usare il pugno duro contro i trasgressori e non abbiamo alcuna intenzione di voltare la testa, vogliamo e dobbiamo porre fine a questa incresciosa abitudine. Solo qualche giorno fa sono stati sorpresi 18 cittadini a lasciare i sacchi di spazzatura nel nostro Comune. Grazie anche al lavoro dell’Arma dei Carabinieri stiamo provvedendo tramite le targhe ad identificare i trasgressori. Facciamo presente che rispettare l’ambiente è un dovere civico e bisogna tenerlo pulito poiché è lo specchio di noi stessi. I trasgressori colti in flagranza di reato, saranno denunciati agli organi preposti e dovranno pagare multe che ammonteranno a € 500. Chiediamo inoltre il supporto dei nostri cittadini così da poter monitorare costantemente la situazione e poter provvedere in tempo reale a porre i dovuti rimedi, siamo inoltre aperti al dialogo con i colleghi sindaci affinché congiuntamente si possa trovare una soluzione definitiva. La raccolta differenziata educa i cittadini alla disciplina e all’ordine, raccogliere ogni sorta di scarto depositarlo in un sacco e e poi abbandonarlo negli angoli delle strade può sembrare una soluzione lampo ovviando alla raccolta dei singoli materiali ma a lungo andare crea disagio e deturpa i territori dell’intera Area Grecanica. Il rispetto dell’ambiente fa parte del senso civico e l’educazione civica viene insegnata nelle scuole”.

“Tenere l’ambiente pulito, i mari puliti, le fiumare pulite, le strade pulite fa sì che il territorio risulti ordinato anche agli occhi dei turisti. Dobbiamo rispettare l’ambiente in cui viviamo con particolare attenzione ai nostri mari che ospitano forme di vita uniche nel territorio. Il rispetto anche delle acque conclude il primo cittadinopotrebbe portarci all’ottenimento di una bandiera blu”.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!