Condofuri (Rc), Presidente del Consiglio invita a smorzare i toni

Condofuri (Rc), Presidente del Consiglio invita a smorzare i toni

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Pietro Clemensi, presidente del Consiglio del comune di Condofuri, in provincia di Reggio Calabria:

È mia personale convinzione che, in un momento di drammatica emergenza quale è quello che l’intera Nazione sta attraversando, sarebbe stato meglio per tutti evitare polemiche deleterie che hanno, quale unico effetto, di evidenziare lo stato comatoso in cui versa il confronto politico nel nostro paese.

Non sta a me dire di chi è la colpa o chi ha iniziato per primo, ma il ruolo di Presidente del Consiglio mi impone di intervenire laddove, attraverso narrazioni della realtà quanto mai artefatte, si mette in dubbio l’agibilità democratica dell’Assemblea che mi onoro di presiedere.

Poiché non consento a nessuno di gettare fango sulle istituzioni, pur costretto a casa da motivi di salute, mi corre l’obbligo di intervenire rispetto alle tante cose non vere scritte con incredibile sicumera da parte di chi, non avendo accettato il responso delle urne si è dedicato, dal giorno successivo alle elezioni del giugno 2018, a denigrare l’avversario nel tentativo di screditarlo.

L’intervento

Quando si scrive, ad esempio, della totale assenza di trasparenza nelle procedure amministrative, omettendo furbescamente di citare gli atti “incriminati” e le “irregolarità” in essi asseritamente contenute, si mortifica l’intelligenza dei cittadini che si aspettano di vedere discusse nelle sedi opportune le eventuali criticità e opacità ravvisate.

A tal proposito, colgo l’occasione per ringraziare per l’eccellente lavoro svolto tutta la macchina amministrativa e, in particolare, il Segretario comunale e i responsabili di area. Invito i consiglieri di minoranza a recarsi da me ed illustrarmi le “perplessità” sugli atti gestionali adottati dai funzionari. E assicuro che se dovessero insorgere anomalie saranno adottati gli opportuni atti conseguenziali. Ma se così non sarà, li invito fin da ora ad abbandonare la demagogia ed avere maggiore rispetto della verità.

Ribadisco che all’interno del Consiglio comunale di Condofuri vige il massimo rispetto delle regole e della democrazia. E se c’è qualcuno che è stato penalizzato, questi, bisogna dirlo, è proprio il Sindaco, dottor Tommaso Iaria. Durante i suoi interventi viene irriso e interrotto con regolarità sistematica dai consiglieri di minoranza, probabilmente con l’intento di innervosirlo.

Aggiungo, poi, che la volontà di confrontarsi del Sindaco, della Giunta e di tutti i consiglieri di maggioranza non è mai venuta meno.

In piena emergenza Covid-19 ho invitato i consiglieri di opposizione ad interfacciarsi con il Sindaco per ogni necessità. Tuttavia, sono stato informato che nessuno di loro lo ha fatto, nemmeno telefonicamente, salvo poi montare ad arte polemiche pretestuose.

Si badi, la mia non è una difesa aprioristica del Sindaco Tommaso Iaria. Sono considerazioni fatte per amore della verità!
Concludo, invitando tutti i Consiglieri a lavorare nel rispetto reciproco. Ciò non significa confondere i ruoli, bensì svolgere nel modo più alto il compito che i cittadini ci hanno affidato a giugno del 2018.