Incidente Coca Cola Pellaro, serve intervento

Incidente Coca Cola Pellaro, serve intervento

Reggio Calabria. Un nuovo incidente alla rotatoria Coca Cola di Pellaro. Di seguito la nota di Vincenzo Crea – Referente unico dell’ANCADIC e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”.

Incidente Coca Cola Pellaro, la nota di Crea

Verosimilmente nella nottata tra il 9 e il 10 maggio u.s. nella rotatoria di Pellaro – Coca Cola – si è registrato l’ennesimo incidente stradale. Dai vistosi segni lasciati dai pneumatici sulla rotatoria ed anche sull’asfalto stradale; un veicolo marciante da Melito verso Reggio immessosi nella rotatoria ha proseguito dritto sulla stessa demolendo la segnaletica verticale e un palo metallico dell’illuminazione pubblica, situati sulla rotonda. Non si hanno altre notizie.
Atteso che non è il primo incidente che succede, tra i tanti citiamo quello del 28 ottobre 2018, stessa dinamica, a seguito del quale abbiamo chiesto di verificare se per una maggiore sicurezza fosse necessario integrare la segnaletica esistente, tra cui quella di preavviso.

Illuminazione non funzionante

Ribadiamo inoltre che l’illuminazione nella rotatoria lato mare da molti mesi non è funzionante, ciò si è già più volte segnalato; anche in data 5 aprile 2018 ma il problema non si è risolto sebbene abbiamo chiesto di individuate le cause in considerazione che dopo pochi giorni dell’avvenuto ripristino il problema si ripresenta.

Le richieste

Chiediamo all’ANAS che funzione ha la rotatoria in questione visto il continuo ripetersi degli incidenti. E speriamo che l’autista di quest’ultimo sinistro non abbia riportato danni fisici. Non abbiamo invece notizie. Da quello che si dice questa rotatoria è stata costruita dall’ANAS per garantire una maggiore sicurezza della circolazione stradale. E ridurre gli incidenti che si verificavano in questo tratto in curva, così non è stato visto il ripetersi di sinistri stradali. La soluzione a nostro avviso sarebbe quella di ritornare al progetto originario che per quanto si è saputo, prevedeva su questo tratto una galleria e l’allineamento del tratto di strada che va da via S. Francesco al km. 13+IX superando il gomito di “Testa di Cane”.

Resta da rinnovare la raccomandazione più volte rivolta da questa associazione agli automobilisti di porre una maggiore attenzione alla guida e di osservare la segnaletica stradale; ricordando che la velocità si deve adeguare ai dei luoghi indipendentemente dal limite di velocità della strada indicato dalla segnaletica.