I volontari di ReggioVeg chiedono giustizia per vitellina abbattuta

I volontari di ReggioVeg chiedono giustizia per vitellina abbattuta

eadv

Riceviamo e pubblichiamo:

“Oggi Sabato 21 Maggio una vitellina a cui abbiamo dato il nome Calabria, di circa 6/7 mesi di età è stata trovata che passeggiava tranquilla nella periferia di Reggio Calabria, in località Cannavò. Giunte le autorità, è iniziato un inseguimento da parte di tre auto dei carabinieri e una della polizia municipale che, sprovvisti delle competenze adatte a gestire la situazione, hanno spaventato la vitellina generando scompiglio e caos.

Quando Calabria, impaurita, provava a fuggire veniva di proposito investita dalle auto di carabinieri e polizia, che speravano così di fermarla. Nel frattempo alcune redazioni pseudo-giornalistiche cittadine davano la notizia di un toro scatenato all’attacco delle persone per le vie del centro.

Nonostante i vani tentativi di atterrarla, Calabria spaventata ha corso per l’intero lungomare fino al porto per poi giungere nel cortile di Palazzo Campanella, sede del Consiglio Regionale della Calabria. Qui, in presenza di polizia municipale, carabinieri, guardie giurate, protezione civile e vigili del fuoco, Calabria, stretta in uno spazio chiuso, circondata da un numero considerevole di autorità armate di pistola, con ormai nulle possibilità di fuga, viene sparata con 7 colpi di pistola. Il colpo definitivo arriva a diversi minuti dal penultimo, così da farci immaginare la lunga agonia subita da questo innocente cucciolo.

I volontari di ReggioVeg si dichiarano inorriditi per l’accaduto e chiediamo che venga fatta giustizia, adoperandosi in tutte le forme consentite dalla legge affinché il fatto non venga dimenticato, vengano resi pubblici i nomi di chi ha dato l’ordine dell’uccisione e di chi l’ha eseguita e che vengano effettuate le dovute indagini al fine di accertare se siano ravvisabili nel caso concreto i reati di cui all’art. 544-bis c.p. ( uccisione di animali ) e/o art. 544-ter (maltrattamento di animali) e di punire i soggetti responsabili. Avvenimenti come questo non devono più ripetersi in un paese che si considera civile”.

I volontari ReggioVeg
Lucia Toscano
Pasquale Pensabene
Bruno Giordano
Chiara Milardi
Martina Michela Monoriti
Maria Alessia Minniti
Ludovica Manglaviti
Davide Cartisano
Cinzia Cartisano
Michele Principato
Francesca Sainato

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!