Tapia a guida dell’associazione calabresi del Cile

Tapia a guida dell’associazione calabresi del Cile

L’ex segretario dell’associazione calabresi del Cile, è il neo eletto presidente dell’associazione stessa.

Mario Tapia, i cui bisnonni erano di Laureana di Borrello, è legato alla Calabria e quindi alle proprie origini in maniera particolare.

Eletto segretario nell’aprile 2021, durante il periodo della pandemia di Covid, si è distinto per l’impegno assunto all’interno della comunità calabrese e in merito alle iniziative svoltasi per contrastare il virus. Infatti, il 29 dicembre del 2022, prima che scoccasse l’anno nuovo, previo votazione del direttivo (che si è espresso all’unanimità) è stato eletto presidente della associazione.

Mario Tapia succede a Mauro Fortunato, eletto a sua volta presidente del Consiglio Regionale di Valparaíso, seconda città portuaria del Cile. I membri dell’Associazione calabrese del Cile (nata il 6 ottobre 1995, con sede a Santiago del Cile) sono molto attivi nell’ambito culturale e conservano uno spiccato senso di amore e d’affetto per la loro terra d’origine. Non solo integrano emigranti calabresi e loro discendenti residenti in Cile, ma mantengono attivo un canale di scambi socio-culturali con la Calabria, promuovendo, inoltre, attività educative anche con altre organizzazioni italiane.

Francesco Marrapodi

Scultore ambientalista calabrese, si occupa di giornalismo e di letteratura. Ha collaborato e collabora con diverse testate giornalistiche italiane. Tra le sue opere più importanti la scultura di sabbia: "La morte di Poseidone" pubblicata anche sulla pagina Facebook di Greta Thunberg.