Gli italiani in viaggio si muovono con la macchina

Gli italiani in viaggio si muovono con la macchina

In queste settimane di impegno comune siamo costretti a limitare al massimo le nostre attività e soprattutto gli spostamenti.

Sono giorni durante i quali pensiamo spesso al futuro e, inevitabilmente, all’estate. Si guarda con un certo ottimismo ai mesi più caldi, sognando il momento di partire finalmente per una meritata vacanza. Sono molte le motivazioni che spingono gli italiani a viaggiare sfruttando l’auto di famiglia, programmando le ferie tra le meraviglie del Belpaese oppure con l’obiettivo di raggiungere mete europee (specie in Francia, Germania e Spagna). Innanzitutto bisogna tenere presente il senso di libertà che si lega a doppio filo con la possibilità di personalizzare al massimo l’itinerario di viaggio. Le giovani coppie potranno scegliere di muoversi con auto piccole e scattanti, mentre se la famiglia si è già allargata sarà meglio ricorrere a soluzioni più comode come suv e mini suv oppure station wagon.

Questa precisazione è d’obbligo: la scelta del modello di macchina, soprattutto se si ha in programma di sfruttarla negli anni a venire come mezzo di trasporto privilegiato per le vacanze, è essenziale. Va da sé che, unitamente alla scelta della corretta tipologia di vettura, occorre optare anche perun’assicurazione ad hoc: si tratta di un passaggio per niente banale o da prendere alla leggera. Bisogna sempre cercare la soluzione migliore per evitare di pagare cifre esorbitanti o vedersi rifilata una fregatura. Il segreto, come spesso accade, sta nel non fermarsi alla prima offerta che troviamo, ma affidarsi a strumenti sicuri a nostra disposizione, che siano in grado di confrontare i dettagli delle molte opzioni a disposizione sul mercato e fare un preventivo assicurazione auto adatto alle nostre esigenze.

Un check completo prima di partire all’avventura

Chi sceglie di raggiungere la meta delle vacanze a bordo della propria auto è un amante delle avventure cosiddette on the road. Studiare orari e modalità della partenza, che dovrà essere intelligente, rappresenta l’Abc di un perfetto ‘decollo’. I giorni che separano dall’inizio della vacanza sono dedicati alla preparazione di tutto l’occorrente per il viaggio. In particolare, almeno un paio di settimane prima della data X sarà necessario fare un completo check delle condizioni della vettura: un controllo alla pressione delle gomme, al funzionamento dei tergicristalli e al livello dell’olio ma anche – e soprattutto – una verifica all’impianto frenante.

Gli imprevisti, si sa, sono sempre in agguato ma occorre farsi trovare preparati. Bisogna assicurarsi che a bordo siano presenti un kit di pronto intervento, il giubbotto catarifrangente e il triangolo. Ormai qualsiasi automobile moderna è in grado di assicurare comfort in una varietà di situazioni diverse: sono silenziose in autostrada ma anche sempre pronte ad ammortizzare i dislivelli sulle stradine impervie di montagna. Anzi, più la strada è panoramica e complessa da attraversare maggiore sarà il piacere di raggiungere la tappa di viaggio successiva. Improvvisare, lasciarsi guidare dall’istinto o farsi tentare dai cartelli a un bivio scegliendo di andare all’avventura sono aspetti che fanno parte del gioco e, anzi, rappresentano l’essenza stessa del viaggio ‘on the road’.

Gli accessori che non possono mai mancare

Quando si monta in macchina e ci si appresta a partire per il tanto atteso e meritato viaggio, bisogna assicurarsi che nell’abitacolo siano presenti alcuni accessori indispensabili. Se viaggiate con dei bambini sarà utile valutare la possibilità di applicare dei supporti per tablet ai poggiatesta: i piccoli potranno così rilassarsi oppure addormentarsi con un cartone animato.

Viaggiando in macchina si ha libertà di fermarsi per i necessari pit stop e per scattare qualche selfie in presenza di aree cosiddette ‘photo opportunity’ (particolarmente sceniche, iconiche o panoramiche). Il cellulare dovrà essere sempre carico, non soltanto per i clic a raffica ma anche per consultare le molte app utili per il viaggio: ci sono quelle per controllare il traffico e calcolare un piano B in caso di incidenti, altre che invece indicano la presenza di stazioni di servizio, le sempreverdi piattaforme web per monitorare il meteo, ma non solo.

Muovendosi a bordo della propria macchina, inoltre, non si corre il rischio di avere problemi per esempio in caso di scioperi dei treni o degli aerei. E’ utile anche tenere sempre a portata di mano una cartina ‘classica’, che consentirà di avere uno sguardo allargato rispetto agli schermi di smartphone e tablet, per intercettare nuovi e insoliti punti di interesse. Tra gli elementi essenziali che fanno del viaggio in auto un simbolo delle vacanze italiane, c’è il senso più puro del concetto di condivisione: è più facile aprirsi al dialogo e rafforzare i legami con i compagni di viaggio (amici o familiari che siano), inoltre si dividono le spese e si possono concordare cambi di programma oppure decidere di permettersi uno sfizio in più una volta giunti a una determinata tappa.

In viaggio con la macchina, infine, non ci sono limiti in termini di valigie e borsoni: occorre però sviluppare l’abilità al ‘tetris’ quando si tratterà di riempire il portabagagli (sempre rispettando le indicazioni relative al carico massimo).

Tags viaggio
Category NtaCalabria