L’eccellenza…non è una coincidenza! Licei Mazzini di Locri

Questo post é stato letto 7630 volte!

L’eccellenza…non è una coincidenza!
Licei Mazzini di Locri – DELF: insegnare e lavorare.
“Giovani insegnanti” in un innovativo progetto di alternanza scuola-lavoro.

Si è appena concluso presso i Licei Mazzini di Locri, diretti dal prof. Francesco Sacco, un innovativo progetto di alternanza scuola-lavoro, proposto e attuato dal docente madrelingua francese prof. Claude Screnci, grazie a una convenzione siglata tra il Liceo delle Scienze Umane e Linguistico G. Mazzini, l’Istituto Comprensivo De Amicis – Maresca di Locri ( Dirigente prof.ssa Carmela Rita Serafino ) e l’Alliance Française di Catanzaro (Presidente prof.ssa Fernanda Tassone).
Il progetto ha coinvolto un gruppo di alunni della classe 4CLS del liceo linguistico: Giulia Aloia, Anna Maria Aricò, Chiara Gentile, Carmen Jorfida, Cristina Lucia e Diego Panetta ed è nato dal bisogno di proiettare l’apprendimento della lingua francese in un contesto comunicativo simile alla realtà.

Per due mesi gli studenti coinvolti nel progetto sono diventati “giovani insegnanti” di francese di un gruppo abbastanza numeroso ( circa 40 ragazzi ) di “piccoli alunni” provenienti dalle classi seconde e terze della scuola secondaria di I° grado “Maresca”, che tra qualche settimana concluderanno questo percorso conseguendo la certificazione linguistica per la lingua francese di livello A2.
Grande è la soddisfazione del Dirigente Scolastico Francesco Sacco per l’ottimo riscontro ottenuto dal progetto da parte di tutti gli alunni coinvolti, poiché una partecipazione così numerosa ha messo in evidenza il desiderio da parte dei ragazzi di apprendere una lingua che si proietta sempre più verso il futuro; l’attività “ha offerto un’opportunità unica per la sua originalità, qualità e impatto sul territorio”: attività di peer tutoring e didattica interattiva, attuate grazie all’utilizzo di tecnologie multimediali in dotazione del Liceo Mazzini, ha spiegato il prof. Screnci, hanno dato la possibilità agli studenti del liceo di mettersi in gioco, diventando loro stessi giovani insegnanti, in uno scambio di ruoli rispetto alla loro quotidiana vita scolastica; gli alunni più piccoli, invece, avranno modo fra qualche settimana di misurarsi con le prove di certificazione linguistica.

Il progetto, dunque, non è stato solo una dimostrazione concreta di come l’alternanza scuola-lavoro possa diventare occasione di formazione e verifica delle competenze acquisite, ma ha rappresentato una fase importante di continuità tra due scuole dello stessoterritorio di ordine diverso, poiché ha attivato metodologie finalizzate a realizzare la continuità educativa e didattica, favorendo un sereno passaggio alla scuola secondaria di secondo grado. Ciò ha contribuito ulteriormente a qualificare l’offerta formativa del Mazzini, che continua a investire sulla formazione attraverso l’uso delle nuove tecnologie e di attività innovative.

Questo post é stato letto 7630 volte!

Author: Redazione Notizie