Omicidio a Crotone, continuano le indagini per risalire ai killer

Omicidio a Crotone, continuano le indagini per risalire ai killer

Continuano le indagini degli inquirenti per cercare di risalire al percorso effettuato dai due sicari che venerdì mattina hanno ucciso a Crotone Mario Scarriglia. 

Omicidio Crotone, le indagini

Sono vari gli elementi al setaccio degli investigatori della Squadra mobile che indagano sull’omicidio di Mario Scarriglia. L’uomo, 45 anni, è stato assassinato a colpi di pistola nella sua agenzia di onoranze funebri che apre lungo la centralissima Via Giovanni Paolo II.

Gli agenti della Sezione diretta dal vicequestore Ugo Armano cercano la moto utilizzata dal commando. Ma stanno passando al setaccio anche altre immagini registrate dalle telecamere che costellano l’intera zona dell’ex via Cutro e non solo.

Le immagini della video sorveglianza

Le immagini delle videocamere degli impianti di sorveglianza presenti nella zona hanno immortalato l’arrivo del sicario in sella a uno scooter condotto da un complice. Casco da motociclista sul capo e mascherina sul volto, il killer è poi sceso dalla moto. Ha raggiunto l’ingresso dell’agenzia di onoranze funebri impugnando una calibro 7,65.

In questo momento ha esploso cinque colpi: quattro proiettili hanno ferito a morte il 45enne poi arrivato cadavere in ospedale; un quinto proiettile ha invece raggiunto sotto il ginocchio sinistro il 53enne (A. S.) imbianchino che era insieme a Scarriglia.

In seguito il killer è risalito sul sellino del ciclomotore condotto dal complice e si sono dileguati.