Gioia Tauro, tutto pronto per la festa della Madonna di Porto Salvo

Gioia Tauro, tutto pronto per la festa della Madonna di Porto Salvo

di Raffaella Caruso

Fervono a Gioia Tauro i preparativi per l’attesissima festa in onore di Maria Santissima di Porto Salvo, che si svolgerà mercoledì 8 settembre. Il rione Marina è in vera e propria fibrillazione e, girando per le strade, tutto ricorda che si sta avvicinando il giorno di festa. La devozione a Maria di Porto Salvo, infatti, da sempre occupa un posto di rilievo non solo nel rione Marina, ma in tutta la città. Lo si respira nell’aria, lo si avverte quando i nastri bianchi e celesti, i colori della Madonna, si muovono spinti dal vento di questi primi giorni settembrini.

Ogni anno si ripete una tradizione alla quale non possono mancare le migliaia di fedeli che, nella processione al seguito del santo simulacro, a gran voce intonano “Evviva Maria”. Ma la processione è solo il coronamento degli eventi e festeggiamenti che nei giorni immediatamente precedenti preparano i fedeli con un ricco programma religioso ed uno civile altrettanto interessante. Infatti i festeggiamenti hanno avuto inizio martedì 31 agosto con l’avvio alle Sante Messe che saranno celebrate ogni giorno alle 19 presso la Parrocchia, nel corso della tradizionale Novena. Per lunedì 6 e martedì 7 sono invece previste due celebrazioni alla presenza rispettivamente dei portatori della statua della Madonna e di ammalati, operatori sociali e forze dell’ordine. Il programma religioso prevede poi, per il giorno della festa, la Santa Messa alle ore 17:30.

Al termine di questa, avrà inizio la processione che si ramificherà per le vie del rione Marina e che terminerà con la tradizionale processione a mare, in cui la statua verrà collocata su un’imbarcazione per percorrere un tratto di mare, seguita da numerose altre imbarcazioni di pescatori e di fedeli in genere. Annualmente per ore i fedeli instancabili seguono la Madonna, che li ricambia regalando loro gioia ed emozione. Ma il momento senza dubbio più emozionante dei festeggiamenti è la celebre “fuitina”, nel corso della quale la santa Effigie viene riportata a passo celere verso la Parrocchia, tra gli applausi della folla commossa.

Un ruolo di rilievo ricoprono i portatori, oltre cento tra ragazzi e uomini che non hanno età e che si prestano a trasportare in spalla, non senza fatica, la Madonna, che dall’alto li guarda, benedicendo la popolazione tutta. La figura del portatore ha antiche origini e non caratterizza solamente la processione a Gioia Tauro, ma anche a Melito Porto Salvo, a Siderno e, fuori la Calabria, a Lampedusa e a Gaeta. L’evento, atteso per un intero anno, è organizzato nei minimi dettagli da un Comitato istituito appositamente per l’occasione e presieduto dal Parroco Don Gianni Gentile.

Infine, non sono da tralasciare le serate previste dal programma civile, che hanno proposto e proporranno nei prossimi giorni giochi e concerti, culminando mercoledì 8  nel concerto dei “Teppisti dei sogni”. La serata si concluderà con gli immancabili fuochi pirotecnici a mare.

Multimag Comments

We love comments

1 Comment

  1. Antonietta
    04 Settembre, 18:28 #1 Antonietta

    Anche quest’anno parteciperò alla processione della festa della Madonna a Gioia Tauro, che merita di essere elogiata per l’organizzazione e perchè è molto commovente. Grazie a questo articolo ho avuto maggiori informazioni. Grande Nta Calabria continua così!