Siderno (RC), gli studenti del “Michele Bello” hanno visitato le sedi di CalabriaOra e RAI

Siderno (RC), gli studenti del “Michele Bello” hanno visitato le sedi di CalabriaOra e RAI

scuola visita redazione calabria ora

scuola visita redazione calabria ora

di Domenica Bumbaca

Un’esperienza da vivere e da scrivere. Un  modo per crescere e confrontarsi. Conoscere nuove realtà e apprendere il mondo dell’informazione. Questi gli input che hanno condotto gli studenti della scuola del circolo “Michele Bello” di Siderno a far parte del progetto di giornalismo.

Ospiti venerdì scorso nella redazione del nostro giornale, a Cosenza e poi nella sede Ra della città dei Bruzi gli allievi hanno avuto la possibilità di constatare in loco come lavora un giornalista e conoscere la loro professionalità. I ragazzi, circa 30, con gli insegnanti accompagnatori, hanno conosciuto più da vicino la bellezza e i sacrifici di questo mestiere.

Una visita per conoscere le realtà editoriali e giornalistiche della nostra terra, iniziativa inserita nell’ambito del progetto PON (Programma Operativo Nazionale), “Con l’Europa investiamo nel vostro futuro”, finanziata dai Fondi strutturali europei, promossa dal Ministero dell’Istruzione e dall’Agenzia nazionale per lo sviluppo dell’autonomia scolastica, inerente il programma “Competenze per lo sviluppo” per migliorare i livelli di competenza e conoscenza dei giovani. Così armati di penne, taccuini e fotocamera, i destinatari del progetto redazione giornalistica del “Tam tel” accompagnati dalle insegnanti e da altri alunni del plesso, si sono diretti a Cosenza.

Prima di incontrare il direttore Piero Sansonetti e i giornalisti della redazione centrale, fra tutti Francesco Cangemi, il gruppo studentesco della scuola di Giuseppe Fazzolari, si è diretto al Palazzo Arnone dove nella Galleria Nazionale è stato possibile visitare la mostra in esposizione. I “registratori” erano ponti perché da lì a poco, i “piccoli giornalisti” avrebbero potuto intervistare il direttore. Accolti con ospitalità a Calabria Ora i ragazzi hanno potuto sperimentare e captare come si crea un giornale, come si cattura una notizia e come è composta una vera e propria redazione.

Dalla carta stampata, da qui anche il tema di studio “Differenze dei linguaggi dei media”, alla televisione. Ad attendere il gruppo di Siderno c’erano due referenti Rai che, da Ciceroni, hanno guidato gli alunni, verso un “viaggio” alla scoperta di mamma Rai. Dalle sale di regia televisiva, passando per la radio, fino a giungere allo spettacolare studio televisivo di registrazione. Nozioni, realtà nuove, sperimenti, consigli dagli esperti perché la giornata didattica possa rimanere nei cuori dei ragazzi ma soprattutto possano farne tesoro per il loro bagaglio culturale.

Intanto i “redattori” in erba di “Notizie da ragazzi” sono alle prese con le notizie da raccogliere per concludere le loro attività del giornale. Il progetto, nello specifico, ha un´alta valenza didattica e culturale e propone la promozione della lettura, dell´osservazione e della scrittura. La peculiarità dell´iniziativa è il totale coinvolgimento degli studenti che potranno, attraverso “Il Giornalino Tam Tel” essere attenti osservatori e migliorare le proprie competenze e le capacità linguistiche in un´attività culturale e ludica al tempo stesso. Il giornalino scolastico risponde pienamente al bisogno di accrescere la motivazione e l´interesse dell´utenza ed offre uno strumento di comunicazione alla scuola e alla società.

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!