Frittata di funghi marzuoli

Frittata di funghi marzuoli

Ricetta a cura di Piero Cantore

Piero Cantore

Piero Cantore

Anche questa settimana continuiamo a parlare dei marzuoli.
Devo ammettere che a me piace molto e dalle mie parti si dice che in cucina solo usandolo con il pomodoro, come abbiamo fatto la settimana scorsa, rende al massimo, invece vi dirò che a me piace anche con la frittata e quindi la ricetta della settimana è proprio frittata di funghi marzuoli.

Volendo si può anche usare sull’uovo all’occhio di bue come si fa per il tartufo, solo che in questo caso i funghi vanno trifolati come vedremo dopo, quindi facciamo l’uovo all’occhio di bue e sopra mettiamo i nostri marzuoli trifolati. Provateli non ve ne pentirete!

Passiamo alla nostra ricetta, ingredienti per 4 persone:
– 6 uova intere,
– 100 gr di latte intero,
– 100 gr di parmigiano grattugiato
– 100 grammi di dadini di provola affumicata
– 150 grammi di patate lesse schiacciate
– 200 gr di funghi già trifolati, sale e pepe
– 1 cucchiaio di olio extra vergine d’oliva.

Vediamo il procedimento:

Prendiamo i funghi, puliamoli e laviamoli velocemente, tagliamoli a pezzi piuttosto piccoli e mettiamoli a cuocere in una padella antiaderente, facciamo evaporare l’acqua di vegetazione, aggiungiamo l’olio e facciamoli trifolare per alcuni minuti.

Prendiamo una ciotola, mettiamo al suo interno le uova, il latte, il parmigiano, i dadini di provola affumicata, le patate lesse e aggiustiamo di sale e pepe, amalgamiamo il tutto energicamente con l’aiuto di una frusta da cucina e quando il composto risulterà ben amalgamato mettiamolo nella padella insieme ai funghi e cuociamo il tutto prima da un lato poi con l’aiuto di un piatto giriamo la nostra frittata dall’altro.

Mettete la vostra frittata in un piatto di portata tagliata a spicchi come la pizza e mettetela al centro tavola. Vi garantisco che farete un figurone.

Abbinamento con i vini italiani:

Questa è una ricetta con un gusto molto delicato e quindi dobbiamo abbinare un vino leggero. Io vi consiglio un Lambrusco rosso.

Commenti

a noi piacciono i commenti
Non ci sono commenti puoi essere tu il primo commenta questo post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *