Strada Papisca di Chorio di San Lorenzo: riprendono i lavori

Strada Papisca di Chorio di San Lorenzo: riprendono i lavori

Strada Papisca di Chorio di San Lorenzo. Il primo cittadino Bernardo Russo: “Finalmente siamo riusciti a sbloccare la situazione e ad avviare le dovute procedure per la ripresa dei lavori”.

Strada Papisca di Chorio, le novità

Dopo varie vicissitudini e imprevisti che hanno, fino ad oggi impedito il completamento dell’opera, è approvato il nuovo progetto della strada Papisca. Si è inoltre avviata la procedura per completare la strada di accesso ai luoghi dove visse San Gaetano Catanoso, in località Papisca in Chorio di San Lorenzo.

“Finalmente – afferma il sindaco di San Lorenzo, Bernardo Russo – siamo riusciti a sbloccare la situazione e ad avviare le dovute procedure per riprendere i lavori sulla strada Papisca di Chorio. Coincidenza, accade a cavallo con le festività in onore del Santo”.

San Gaetano Catanoso

Sono passati 55 anni dalla dipartita di Padre Gaetano Catanoso. Terzo di 8 figli, Gaetano Catanoso nacque a Chorio di San Lorenzo nel 1879 e morì nel 1963 a Reggio Calabria. Il Santo qui, aveva fondato la Casa Madre della Congregazione per divulgare la devozione alla preghiera, all’assistenza dei giovani e degli anziani.

La sua fama è dovuta anche alla miracolosa guarigione di una Suora colpita da una grave malattia. Nel 1997 Padre Gaetano Catanoso ha ricevuto la beatificazione da Papa Giovanni Paolo II, nel 2005 proclamato Santo da Papa Benedetto XVI.

Diatriba sul luogo di nascita del Santo

L’aspetto che interessa di più gli abitanti, ma non solo, sembra essere quello del luogo natìo del Santo sul quale si disquisisce da tempo. La Curia, prima di provvedere a portare avanti le cause di beatificazione e di santificazione, si è accertata che il santo fosse nato in quella che adesso si chiama via San Gaetano Catanoso numero 1.

C’è chi afferma invece, che la vera casa fosse in zona Papisca. Ma questa sembra invece essere stata identificata come la residenza estiva della famiglia di Padre Gaetano Catanoso.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *