Reggina è tempo di derby: C’è da affrontare il Cosenza

Reggina è tempo di derby: C’è da affrontare il Cosenza

Il Derby tra Cosenza e Reggina, ha sempre avuto un sapore speciale, dai molteplici significati intrinseci, con più confronti, sin dai tempi dell’allora IV serie.Tante le partite, ciascuna con una storia diversa dall’altra, tra le due club: ben 93, in pratica il match più giocato tra quelli calabresi. Più sfide nella vecchia serie C, ben 24, ma anche in Prima e Seconda Divisione, Terza serie,  in C1, Lega Pro ed in Coppa Italia.

I precedenti in serie B ed uno storico ricordo

In serie B, sono 16 i precedenti tra le due squadre. Cinque le vittorie degli amaranto, molti pareggi, ben 9 e solo 2 vittorie dei rossoblù. In generale, i padroni di casa hanno goduto dei favori del San Vito. Ben 22 le vittorie ottenute contro le 12 della squadra dello Stretto,14 invece i pareggi. Ma, come non ricordare una partita degli anni 60, quando la Reggina di Granillo e Maestrelli venne a vincere per 1-0 a Cosenza, con lo storico gol di Camozzi che permise agli amaranto di centrare la promozione nel campionato cadetto.

L’ultimo urrà ed il recente pareggio

Amaranto corsari sul campo dei Lupi nel 2001, grazie alla rete di Bogdani che regalò l’ultimo urrà. A febbraio l’ultimo scontro tra le due squadre, proprio in casa del Cosenza. La partita finì 2 a 2, gli amaranto, in vantaggio di 2 gol dopo 20 minuti con le reti di Menez su rigore e Folorunsho, si fecero rimontare dalle reti di Trotta e Carretta.

ALIETTI : REGGINA - CROTONE

È stato un primo novembre da dimenticare in fretta quello degli uomini di Alfredo Aglietti. Cionek e compagni, sono ora ospiti del San Vito Marulla. Uno stadio ostico ed al momento, un vero fortino: solo il Frosinone è riuscito a strappare un punto. Poi, tutti avversari sono caduti ai piedi del Pollino: Vicenza, Como, Crotone e Ternana ne hanno fatto le spese. Un banco di prova duro ed impegnativo per l’undici del tecnico toscano, chiamato a fornire una prestazione di livello. Nella conferenza stampa trasmessa dai canali ufficiali del club, il tecnico di San Giovanni Valdarno, ha toccato diversi argomenti, parlando anche delle possibili scelte e del derby contro l’undici di Marco Zaffaroni che, in corso d’opera, dopo il ripescaggio del club Rossoblù in cadetteria, si è trovato a dover adeguare la mentalità della squadra alla categoria, velocizzando idee e concetti in pochissime settimane.

Testa al derby: L’atteggiamento

Ci dobbiamo concentrare sul derby, ha detto il tecnico amaranto, è una gara difficile, dobbiamo però essere bravi a fare girare la palla…Dovremo arrivare sul fondo ed attaccare la porta…Voglio di più da altri giocatori, mi aspetto che siano dentro la gara sia quando si ha la palla sia quando si è nella fase di non possesso.

Su Menez Micai e Cortinovis

Se il francese continua così, sta fuori, ha precisato Aglietti…Dopo Parma ho detto che mi aspetto di più…Sto cercando di dargli delle chance, mi aspetto che aiuti di più la squadra e che non si fermi quando perde palla…A Pisa, Alessandro ha fatto un errore, comunque Turati sta facendo bene…I discorsi da bar non mi garbano, ha ribadito deciso, la sofferenza – riferendosi alla gara con il Cittadella – è sorta perché non riuscivamo a pressare adeguatamente gli avversari, dobbiamo concentrarsi sugli aspetti generali che non hanno funzionato…È giusto che le responsabilità cadano su di me, non sulla squadra, sono io che scelgo e mando in campo la formazione. Mi sembra eccessivo criticare la prestazione di Cortinovis.

 Possibili scelte

Dobbiamo pensare alle nostre scelte, sto valutando le ipotesi, anche quella con una doppia punta di peso perché potremmo sfruttare le fasce… Noi, ha continuato, dovremo attaccare la porta con tanti uomini…La partita sarà lunga, devo capire quella che sarà la soluzione migliore sia all’inizio della gara, sia a partita in corso…Qualche cambiamento, potrà essere possibile anche sulle fasce in zona offensiva…Sugli esterni ci possono essere anche Liotti e Laribi.

Il Cosenza e le assenze

È una squadra che in casa dà qualcosa in più… Le assenze lasciano il tempo che trovano…La forza dell’ avversario è l’entusiasmo soprattutto tra le mura amiche, a prescindere da chi gioca. Hanno gli uomini giusti per sostituire chi è infortunato come Corsi e Minelli…Sono una formazione altamente competitiva e si difendono bene…Dovremo stare sempre sul pezzo e stare attenti alle loro ripartenze.

La lista dei convocati: Non c’è Rivas

Portieri: Aglietti, Micai, Turati.

Difensori: Adjapong, Amione, Cionek, Di Chiara, Lakicevic, Liotti, Loiacono, Regini, Stavropoulos.

Centrocampisti: Bellomo, Bianchi, Cortinovis, Crisetig, Gavioli, Hetemaj, Laribi, Ricci.

Attaccanti: Denis, Galabinov, Ménez, Montalto, Tumminello.

Enzo La Piana

Ha iniziato nei lontani anni ottanta a scrivere di sport, per un breve periodo, per il giornale il "Provinciale". Nel tempo il mondo della televisione lo ha catturato, facendolo appassionare alle riprese televisive, coltivate grazie all'emittente RTV. Prima di approdare su Ntacalabria, ha scritto per altri blog e giornali online seguendo il calcio e la Reggina.