Gnocchi verdi di ricotta con pomodori datterini e mandorle

Gnocchi verdi di ricotta con pomodori datterini e mandorle

Ricetta a cura di Piero Cantore

Piero Cantore

Piero Cantore

La ricetta che voglio preparare con voi questa settimana è una ricetta dove abbineremo gli spinaci con le mandorle e inseriremo un po’ di acidità con il pomodoro datterino che, essendo però molto dolce, avvolgerà perfettamente i nostri gnocchi di spinaci. Con le mandorle gli daremo un po’ di croccante in bocca così da limitare la morbidezza degli gnocchi di ricotta.

Partiamo dagli ingredienti sempre per 4 persone:
per gli gnocchi
– 1 kg Spinaci
– 350 g Ricotta
– 2 Uova
– 50 grammi Parmigiano grattugiato
– 50 grammi di Farina
– qualche foglia Salvia
– Noce moscata
– Burro
– Sale e Pepe

per il sugo
– 300 grammi di pomodori datterini
– 50 grammi di mandorle
– olio di oliva
– 1/2 aglio

Vediamo adesso come preparare i nostri gnocchi:
Lessate gli spinaci in poca acqua salata; strizzateli accuratamente e tritateli. In una zuppiera lavorate la ricotta con una forchetta, quindi unite gli spinaci e amalgamate il tutto con i tuorli d’uovo e due cucchiai di parmigiano insaporendo con sale, pepe e noce moscata.

Dall’impasto (che deve risultare morbido) con l’aiuto di un cucchiaio bagnato ricavate delle palline della grandezza di una noce, che passerete nella farina e calateli in una pentola di acqua salata portata a bollore. Non appena verranno a galla saranno pronti per essere saltati con il nostro sugo che prepareremo così:

Prendiamo una padella anti aderente e mettiamo al suo interno un filo di olio di oliva, tagliamo i datterini a 4 pezzi e mettiamoli nell’olio che avevamo riscaldato, mettiamo uno spicchio di aglio e facciamo cuocere il tutto fino a quando i pomodori non si saranno ben appassiti, a fine cottura se non vi piace l’aglio, potete eliminarlo aggiungiamo le mandorle lasciandone un po’ per decorazione.

gnocchi verdiSaltiamo i nostri gnocchi delicatamente con il sugo, serviamo in 4 piatti di portata, mettiamo sopra le mandorle che avevamo messo da parte e serviamo il tutto ben caldo; questo è un primo che non vi deluderà.

Un consiglio: se volete completare il piatto, oltre alle mandorle come decorazione potete usare anche delle scaglie di caprino fresco.

Abbinamento con i vini italiani:

Io abbinerei questo piatto con un bianco fruttato, non molto persistente con una buona acidità, essendo questo un piatto leggero in bocca e poco grasso. Per me il giusto abbinamento è un Luna Piena Spadafora, un IGT Calabria tutto da scoprire.

Category Primi piatti, Ricette

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *