Bova Marina, atto intimidatorio all’assessore ai servizi esterni  Mario Zirilli

Bova Marina, atto intimidatorio all’assessore ai servizi esterni Mario Zirilli

Bova Marina – Ancora un atto criminoso nei confronti di un esponente politico di Bova Marina.
Ieri notte ignoti hanno dato alle fiamme l’autovettura  fuoristrada Daiha Terios dell’assessore ai Servizi Esterni Mario Zirilli.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Bova Marina per i rilievi del caso ed i vigili del fuoco di Melito Porto Salvo.
Certa l’origine dolosa dell’attentato per la tanica vuota ritrovata nelle vicinanze dell’autovettura.
Gli incendiari hanno versato liquido infiammabile sull’auto. Il rogo è divampato verso le 2,30 distruggendo la parte anteriore dell’autovettura parcheggiata sotto casa dell’assessore Mario Zirilli che, assieme ad alcuni vicini, si è prodigato a spegnere le fiamme prima che divampassero e distruggessero tutto il mezzo.
I militari della locale stazione dei carabinieri, diretti da maresciallo Fabio Armetta, hanno avviato le indagini per risalire agli autori e ai motivi dell’intimidazione.

Secondo il sindaco Giovanni Squillaci potrebbero essere legati all’attività politica svolta da Zirilli all’interno della maggioranza.
Dopo il terzo atto intimidatorio nei confronti di esponenti dell’amministrazione locale, il sindaco Squillaci, ha convocato ieri mattina la stampa locale per <<Condannare con forza l’ennesimo atto criminoso perpetrato nei confronti di un assessore, il terzo dal giorno dell’insediamento. Dopo l’attentato all’auto dell’allora assessore al Bilancio Nino Zirillo, la lettera con minacce sempre all’assessore al Bilancio Caterina Autelitano, stavolta è toccato all’assessore ai servizi esterni Mario Zirilli. Un medico di Bova Marina che lavora da anni nella nostra comunità disponibile a qualsiasi ora. Non ho mai visto ombre sul suo comportamento nell’ambito amministrativo ed escludo che i motivi di tale atto criminoso possano essere riconducibili a questioni personali dell’assessore  Zirilli>>.
Secondo il parere di Squillaci <<Gli episodi relativi ai tre atti intimidatori <<rientrano in una strategia mirata a mettere in difficoltà la nostra amministrazione comunale>>.
Stasera è stato convocato presso la biblioteca comunale alle ore 18,30 un consiglio comunale, in sessione d’urgenza, per discutere del grave atto intimidatorio compiuto nei confronti dell’assessore Zirilli.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *