A Catanzaro la settima tappa per la Carovana per la Giustizia

A Catanzaro la settima tappa per la Carovana per la Giustizia

Oggi settima tappa per la Carovana per la Giustizia. Si comincia con il carcere di Catanzaro e nel pomeriggio, dalle 18, la delegazione sarà al bar Mignon di Piazza Bernardino Grimaldi, dove sarà allestito un banchetto per la raccolta delle firme con Francesca Scopelliti, Sergio D’Elia, la Camera Penale di Catanzaro, Rita Bernadini giunta al ventunesimo giorno di sciopero della fame e che ha dichiarato:

“Il voto di ieri sera sul ddl penale era scontato, il mio sciopero della fame ha come obbiettivi la riforma dell’ordinamento penitenziario, l’accessibilità vera alla cannabis per i malati che si possono curare con i cannabinoidi e rompere il muro del silenzio sulle iniziative del Partito Radicale, proseguo lo sciopero della fame”.

“Proseguo lo sciopero della fame – ha detto l’esponente del Partito Radicale – anche perché, pur nella delusione e amarezza totale che l’ordinamento penitenziario sia stato inserito in un ddl che dice tutto e il contrario di tutto, un vero pacco per la giustizia, vorrei sapere quali sono i tempi e i contenuti per la emanazione dei decreti delegati, come è noto la legislatura è in bilico e non possiamo far cadere tutto. Seguiamo questo con la nonviolenza e per quel che riguarda la cannabis terapeutica attendiamo notizie dalla ministra della sanità Lorenzin”.

Category Catanzaro, Politica

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *