Stazione Sant’Elia, assegnato finanziamento

Stazione Sant’Elia, assegnato finanziamento

Finanziamento Stazione Sant’Elia. Buone notizie per l’amministrazione comunale di Motta San Giovanni guidata da Giovanni Verduci. È arrivato il finanziamento assegnato dal Ministero dei Trasporti. Posta infatti la firma del decreto da parte del ministro Graziano Delrio. C

Stazione Sant’Elia

28 i milioni di euro assegnati al Sistema ferroviario metropolitano di Reggio Calabria. Il finanziamento servirà per realizzare le tre fermate e migliorare tecnologicamente la tratta Reggio Centrale – Melito Porto Salvo. La Stazione Sant’Elia nascerà nei pressi del lungomare di Lazzaro. Sarà adiacente alla SS 106 e si prospettano nuove opportunità per il territorio e nuove occasioni di sviluppo.

“Insieme a quella di Sant’Elia – commenta il sindaco – saranno realizzate anche le stazioni di San Leo e Bocale II. Questo progetto costituirà un servizio essenziale per la mobilità della parte nord di Lazzaro. L’individuazione degli interventi ammissibili a finanziamento è stata fatta tenendo conto delle progettualità già esistenti e della cantierabilità. Più volte, già da sindaco di Motta San Giovanni e poi da vicepresidente dell’Amministrazione provinciale, ho chiesto che fossero appaltate, oltre a quelle di Annà, Aeroporto e Pentimele, anche le altre stazioni. Ho segnalatao come, per Sant’Elia e Bocale II, le opere primarie fossero state già realizzate su nostra richiesta, in occasione dei lavori per il raddoppio ferroviario”.

“Nei primi mesi del 2016, dopo l’inaugurazione della stazione di Pentimele, con il sostegno del sindaco di Reggio Calabria Giuseppe Falcomatà, del consigliere regionale Domenico Battaglia e dei deputati calabresi, le sollecitazioni sono riprese con maggiore forza. Abbiamo ritenuto infatti che la SS 106 fosse ormai incapace di soddisfare il diritto alla mobilità di tutti coloro che ogni giorno si spostano sulla fascia Jonica”.

Stazione Sant’Elia: in attesa fermata Riace

“Il risultato raggiunto è frutto di un ottimo lavoro di squadra. Ma anche della perspicacia di chi aveva acconsentito alla totale interruzione della tratta. Tra questi sindaci e amministratori dei comuni interessati dai lavori del raddoppio ferroviario. Conseguenza di ciò è stato l’utilizzo di pullman navetta in sostituzione dei treni, con disagi alla comunità. Questo però ha fatto rispettare i termini di ultimazione dei lavori. In essi vi erano comprese anche le opere propedeutiche alle stazioni che oggi sono finanziate”.

Nel finanziamento sembra invece esclusa la fermata di Riace. Quest’ultima sarebbe potuta essere attivata anche solo in maniera stagionale. Durante il periodo estivo in cui c’è una maggiore affluenza. L’Amministrazione comunale di Motta San Giovanni continuerà a sostenere la richiesta per favorire l’interesse e lo sviluppo turistico. Sarebbero infatti tante le opportunità che si potrebbero aprire per i residenti ed i turisti che in futuro vorranno visitare il territorio della fascia jonica reggina e scoprirne le bellezze naturali locali.

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *