Alberto Polistena l’impiegato comunale artista

Alberto Polistena l’impiegato comunale artista

Si chiama Alberto Polistena, in molti in città lo conoscono come impiegato comunale del quinto Settore ma lui, nato a Vibo Valentia nel 1959, da anni opera nel campo artistico con notevoli successi.

Il vibonese Alberto Polistena

Alberto Polistena, sin da ragazzo, ha dimostrato un notevole interesse per la meccanica, per le arti figurative e per la lavorazione del legno. Formandosi da autodidatta ha sempre sperimentato – incuriosito e appassionato – le diverse tipologie di materiali. Ha approfondito nel campo del restauro dei mobili antichi e, nel corso degli anni, ha realizzato opere pittoriche e sculture sperimentando l’uso di varie tecniche e utilizzando materiali di diversa natura.

La sua arte

Nel 2005 Polistena ha preso parte alla mostra collettiva presso il Palazzo delle accademie di Vibo Valentia “nella manifestazione “Palazzo in Arte – Arte in Palazzo”. Per ben dieci anni, dal 2001 al 2010, ha fatto parte dei componenti della “Compagnia Teatrale Vibonese”; ma anche della “Compagnia Teatro Popolare” di Vibo Valentia, ricoprendo numerosi ruoli di recitazione e di collaborazione alla realizzazione delle scenografie e dei costumi. Nel 2015 ha realizzato, ispirandosi al “Re dei giganti Mastru Miciu” ed alle realtà e le peculiarità del territorio di Briatico, una inedita scacchiera denominata “Antroposcacchiera”; un lavoro realizzato utilizzando soltanto materiale di riciclo e tanto colore messo al posto giusto.

Arte e riciclo

Alberto Polistena frequenta il laboratorio artistico, la “Bottega d’Arte Limen” istituita da Antonio La Gamba all’interno del Complesso monumentale del Valentianum di Vibo Valentia. Assieme ad un gruppo di artisti del vibonese Alberto Polistena sperimenta nuovi spazi espressivi; nuove tecniche, in questo antico luogo ha realizzato opere artistiche in terracotta ed in metallo nobile con il metodo della metalloxlografia brevettata dallo stesso maestro Antonio La Gamba. Nel dicembre del 2018 ha esposto la sua collezione personale di “pesci da riciclo” presso le sale di Palazzo Gagliardi in occasione del “Tropea leggere e scrivere”. È un vero trionfo dell’inventiva e del gusto estetico con i suoi oggetti che sono stati copri water; pennellesse; ma anche padelle; cucchiai di legno; o invece vassoi che improvvisamente “rinascono” e diventano pesci coloratissimi.

Alberto Polistena oggi

La sua ricerca continua prosegue ancora senza sosta. Oggi Alberto Polistena frequenta il terzo anno del corso di Arti Figurative per il conseguimento del diploma di Maturità Artistica; una grande passione per l’arte che lo porta in giro per le strade della Calabria. Ogni volta alla ricerca di stimoli culturali ed estetici da poter sperimentare e materializzare con la sua effervescente creatività.

Articolo di Franco Vallone

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *