Saline Joniche (RC), tra i partecipanti anche molti studenti contrari alla centrale a carbone

Saline Joniche (RC), tra i partecipanti anche molti studenti contrari alla centrale a carbone

no al carbone

no al carbone

di Francesco Iriti (pubblicato su Calabria Ora)

Molte le magliette “Io dico…no alla centrale a carbone”. L’incontro di Saline Joniche ha visto tra i partecipanti anche molti studenti che hanno voluto manifestare il loro grido contro «un progetto che non serve al territorio e che fa soltanto male alla nostra vita». I colori bianco e nero hanno simboleggiato la loro presenza mentre i loro visi giovani hanno voluto rappresentare la purezza di una generazione che diventerà la parte integrante della società del domani.

Non sono mancati anche i cartelloni creati per l’occasione anche se, in una giornata dove molteplici sono stati gli interventi da parte di vari esponenti politici, proprio gli studenti hanno voluto rimarcare la loro volontà ed il loro sguardo verso il futuro. Due le ragazze che hanno preso in mano il microfono ribadendo il loro «no al carbone. Vogliamo vivere in modo sano ed in armonia con il territorio. Non abbiamo bisogno di una centrale di tal genere». Nei loro occhi la ricerca di un’alternativa ed il bisogno di non dover fare i conti nel loro prossimo futuro con una situazione più grande di loro.

Non sono mancati anche gli interventi spontanei da parte di un gruppo di studenti che frequentano il secondo liceo, sezione C, del liceo classico “G.Familiari”che non ci stanno di fronte alla centrale a carbone avanzata dalla Sei e dichiarano che «questo progetto è stato sin da subito bocciato da noi, giovani di questo territorio e fruitori di una risorsa importante come l’aria pulita. Il nostro slogan è “Io dico no alla centrale a carbone” e questo la dice lunga sul nostro pensiero».

I ragazzi hanno anche avvisato che hanno creato delle iniziative importanti mentre altre sono in serbo. «Abbiamo fatto fare delle magliette ed una pagina Facebook per l’occasione. Speriamo anche con il nostro impegno a farci sentire. – hanno continuato in coro – Vi diamo già appuntamento al prossimo mese di dicembre dove ribadiremo il nostro no a questo progetto».

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *