Catanzaro, la scuola di Scultura ABA invita l’artista AOKI NOE per lo stage “Visual Bridge”

Catanzaro, la scuola di Scultura ABA invita l’artista AOKI NOE per lo stage “Visual Bridge”

Locandina-aoki noe

Locandina-aoki noe

La scuola di Scultura ABA di Catanzaro invita l’artista AOKI NOE per lo stage “visual bridge” dal 2 al 4 maggio 2011.

Il Progetto prevede un incontro frontale con l’artista  Aoki Noe in modalità stage con gli studenti  della Scuola di Scultura dell’ Accademia di Belle Arti di Catanzaro e in modalità Artist-Talk, con gli studenti del corso di Scultura dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. L’ artista, classe ‘58, è l’artista femminile giapponese,  vivente, più famosa per la lavorazione della Scultura di Ferro.

La sua singolare modalità espressiva, le ha permesso di accedere a grandi collezioni pubbliche  oltre che a presentare il lavoro in importanti musei; Vale la  pena ricordare la presenza all’ interno della collezione del Asahikawa Museum of Sculpture, Aomori Contemporary Art Center, Hiroshima City Museum of Contemporary art, Kirishima Open Air Museum, National Museum of Osaka, Nigata Museum of Modern Art, Toyota Municipal Museum of Art e Utsunomiya Museum of Art in Tochigi, e  i premi conferitegli  nel 1997 al 9° Ringa Art Promotion Pize, nel 2000 al  50° anno del premio per artisti dal Ministero della Cultura Giapponese, nel 2003 al 33° Premio per l’eccellenza Teijiro Nakahara Prize, nel 2004 medaglia d’ oro al valore culturale della sua arte dal Governo Giapponese e del 2009 il premio culturale dalla Fondazione Takashimaya.

L’ importanza del suo lavoro è uno stimolo necessario per tutti quei giovani che intendono intraprendere il mestiere dello scultore; in vista di un sempre più regressivo cambiamento tecnico e concettuale delle modalità espressive, rimane importante considerare la fisicità della materia un elemento determinante da sostenere e incentivare nella scultura contemporanea. A tal proposito l’artista Aoki Noe, nonchè docente di Scultura alla Tama Art University di Tokyo, incarna lo sprono utile per il bilanciamento concettuale di una scultura, non dimenticando comunque la leggerezza e il dinamismo del movimento, in un materiale come il ferro.

Lo Stage che si attuerà all’interno dei laborotari della Scuola di Scultura di Catanzaro e negli spazi esterni annessi, permetterà all’ artista con l’aiuto degli studenti, di realizzare un‘opera Scultorea in modalità site specific da destinare alla fruibilità pubblica della stessa Accademia di Belle Arti oltre che dell’ intera collettività calabrese. il risultato di tale cooperazione, garantisce agli studenti diversi criteri di crescita:

-Confronto internazionale delle tematiche e pratiche scultoree;

-Acquisizioni  dei processi di taglio, assemblaggio e saldatura delle sculture in ferro di grandi dimensioni;

-Maggior padronanza concettuale e visione internazionale nelle dinamiche progettuali;

– Maggiore conoscenza delle correnti artistiche contemporanee presenti in Giappone, con il conseguenziale approfondimento delle tematiche storiche che hanno determinato la storicizzazione di certi fenomeni  moderni  nati in oriente, e diffusi a livello sociale e culturale  nell‘intero pianeta.

L’artist-talk che vedrà protagonista l’ artista Aoki, e varie personalità del settore, nella Scuola di Scultura dell‘ Accademia di Belle Arti di Napoli, continuerà la motivazione di intenti nell’unire le differenti modalità espressive all’obbiettivo comune di crescita culturale. Il progetto oltretutto, coivolge varie istituzioni locali al fine di generare un indotto culturale a più livelli e a più strati, in modo da portare sempre più vicino la presenza culturale Nipponica nei diversi ambiti economici e sociali nel territorio dell’ Italia Meridionale.

L’artista Aoki Noe, accettando l’invito prenderà visione delle dinamiche pratiche, didatticamente diverse nelle istituzioni artistiche italiane, oltre che approfondirà i concetti storici culturali presenti sul territorio utli alla ricerca  su cui l’artista da tempo si focalizza.

Visual Bridge, si presenta quindi, come ponte di scambio, dove il limite regionale tra la cooperazione delle due istituzioni accademiche, e delle istituzioni governative locali spariscono, nell’obiettivo comune di condivisione  culturale, per  generare sempre più conoscenza geo-politica e sociale, per diventare fonte di grande progresso intelletivo e creativo, dove le distanze intercontinentali si accorciano e le dinamiche storiche diverse si fondono nella creazione di futuri più esteticamente validi e sani. Il Progetto per  gli importanti contenuti, è patrocinato dal Dipartimento Culturale dall’Ambasciata Giapponese sita in Roma.

METODOLOGIE E STRUMENTI ( segue Organigramma)

Lo Stage è gratuito, e aperto agli studenti del corso di scultura in principal modo, ma non esclude la partecipazione di studenti iscritti ad altre scuole dell’ Accademia, che desiderano confrontarsi con strumentazione diversa.Chiunque lo voglia, può invece partecipare come uditore allo stage, e prendere parte attiva alle presentazioni e ai dibattiti.
Gli studenti che prendono parte allo stage devono essere forniti di tuta integrale maniche lunghe in cotone 100% e di guanti in pelle sagomati (per saldatori), per chi ha capelli lunghi legarli o raccoglierli in cappelli o fasce di cotone, e indossare scarpe da lavoro in pelle senza tacchi e possibilmente con punta in ferro.
Fiamma ossiacetilenica e saldatura ad elettrodo saranno gli strumenti primari utilizzati.

ORGANIGRAMMA

2 MAGGIO 2011
Ore 10:00-12:00 Saluto di Benvenuto, presentazione del lavoro dell‘artista e del progetto Visual Bridge al Teatro-Aula Magna dell’ Accademia, (situato al II° Piano dello stabile, con accesso dalla scala esterna in acciaio);
Ore 12:40-16:30 L‘artista incontra gli studenti per organizzazione stage e singole presentazioni,Laborario Scuola di Scultura, piano terra Accademia;
Ore 18:30 – 20:00 “Percezione dell’ oriente in occidente, impressioni, miti e verità da conoscere”, Centro Polivalente Comune di Catanzaro, alla presenza dell‘artista Aoki Noe, degli studenti ABA e cittadinanza attiva;

3 MAGGIO 2011
Ore 09:00-12:40 Inizio Stage nei Laboratori della Scuola di Scultura dell’ABA di Catanzaro;
Ore 14:30-17:30 Progettazione e organizzazione opera Scultorea, Laboratorio Scuola di Scultura ABA;

4 MAGGIO 2011
Ore 09:00-12:40 Taglio e Assemblaggio opera Scultorea nei giardini del Laboratorio della Scuola di Scultura ABA;
Ore 14:30-17:30 Posa in opera della Scultura, all‘interno dei giardini dell’Accademia;
Ore 18:00-19:00 Proezione del lavoro svolto e chiusura stage, alla presenza di membri Accademici;

5 MAGGIO 2011
Ore 15:00- 16:30 Artist-talk Aoki Noe all‘Accademia di Belle Arti di Napoli Laboratori Scuola di Scultura, Modera la Critica e Curatrice Raffaella Barbato, intervengono Il Prof. della cattedra di Scultura Salvatore Vitaliano ABA (NA), Prof. della cattedra delle Tecniche della Scultura Arminio Pietrantonio ABA (NA) e la Prof.ssa della cattedra di Scultura dell’ABA (CZ), Rosaria Iazzetta.

Maria Cristina Condello

Maria Cristina Condello ha conseguito la laurea Magistrale in "Informazione, Editoria e Giornalismo" presso L'Università degli Studi Roma Tre. Nel 2015 ha conseguito il Master di Secondo Livello in "Sviluppo Applicazioni Web, Mobile e Social Media". Dal 2016 è Direttore Responsabile della testata giornalistica ntacalabria.it

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *