Grecia, Magna Grecia, Europa: alla riscoperta delle radici greche

Grecia, Magna Grecia, Europa: alla riscoperta delle radici greche

Sabato 22 Settembre 2018, alle ore 15:30 l’associazione culturale Bova Life ha organizzato un convegno internazionale sulle radici greche e magnogreche d’Europa.Lo ha fatto presso il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio culturale.

Alla riscoperta delle radici greche

Ad aprire il convegno è stato Pierpaolo Zavettieri, sindaco di Roghudi. Dopo aver rivolto un ringraziamento ai relatori, ha ringraziato tutte le associazioni culturali. Ed in particolare quelle che incentivano i cittadini alla scoperta del territorio, alla scoperta delle radici greche e grecaniche.

A seguire, il dott. Giacomo Oliva, dopo aver riportato i saluti del Direttore del museo archeologico di Reggio, il dott. Carmelo Malacrino, dato il benvenuto agli ospiti e ringraziato l’associazione Bova Live per questa iniziativa al museo. Lui ha illustrato brevemente la storia di quest’ ultimo, la cui fondazione avvenne in età fascista e fu finalizzata alla salvaguardia della memoria storica di Reggio e dell’intera Calabria. Quest’ultima, non deve essere considerata soltanto greca, ma anche imperiale – bizantina in quanto i suoi rapporti con Costantinopoli erano fortissimi.

Brevemente, l’ambasciatrice della Grecia in Italia, Tasia Athanasiou, ha espresso la sua gratitudine per la sua partecipazione a questo convegno. Ha ringraziato il Museo e gli amici delle comunità grecofone di Calabria e citando infine il Sud Italia come un chiaro esempio di un passato che si è formato insieme ai greci.

Apertura convegno

Dopo i saluti e i ringraziamenti, ad aprire il cuore del convegno è stata la direttrice del Museo Bizantino e Cristiano di Atene, Katerina P. Dellaporta. Lei ha illustrato in lingua greca (insieme alla traduzione simultanea del dott. Louis Godart) la storia del museo bizantino – cristiano e i capolavori che esso conserva.
Il museo, fondato nel 1924, è uno dei musei storici più importanti della Grecia. Soprattutto per la conservazione di opere d’arte bizantina e post- bizantina in quanto contiene circa 30.000 capolavori. Tra questi figurano dipinti e manoscritti presentanti delle correzioni che vanno dal III al XXI secolo.

All’interno del museo sono conservate delle icone bizantine e post- bizantine facenti parte delle collezioni più significative d’Oriente. Tra queste icone possono essere citate la “Madonna Catalana “e l’icona raffigurante San Giorgio.

Vari interventi

Dopo l’intervento della dottoressa Katerina Dellaporta, è intervenuto l’archeologo e filologo Louis Godart dell’Accademia Nazionale dei Lincei. Lui ha collaborato in passato con i Presidenti della Repubblica Ciampi e Napolitano. Lo studioso ha spiegato il motivo della scelta del titolo per il convegno. Lo ha fatto sostenendo che l’Europa stia vivendo un momento drammatico, che sta portando a un crollo dei valori europei. Gli stesso valori che lui aveva visto crearsi con l’unione dell’Europa.

Secondo Godart, l’Europa è “retta” da tre pilastri: Civiltà classica, Cristianesimo e Illuminismo. Lo scopo della civiltà classica è stato quello di insegnare all’Europa la centralità dell’uomo nell’universo, mentre il secondo insegnamento è il concetto di Democrazia, ossia il potere nelle mani del popolo.
L’intervento conclusivo è stato quello di Filippo Avilia, docente di archeologia subacquea presso l’Università IULM di Milano, il quale ha illustrato il ritrovamento nei fondali di quello che doveva essere il porto dell’antica Neapolis.

L’antico porto doveva presentare due punti di approdo: uno occidentale e uno orientale ed era caratterizzato da una cresta in tufo che attraversava 4 gallerie e, tra una galleria e l’altra c’erano delle trincee che le collegava. Le gallerie erano state costruite probabilmente con lo scopo di difendere il porto dalle navi nemiche.
Con questo ultimo intervento, si è concluso il primo incontro finalizzato alla scoperta delle radici greche, i cui valori sono alla base della civiltà europea, mentre il secondo incontro è avvenuto domenica 23 Settembre presso lo Spazio Cultura a Bova.

Articolo di Annalisa Busonero 

[Foto Wikipedia]

Multimag Comments

We love comments
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *