Restyling edifici scolastici a Melito Porto Salvo, le novità

Restyling edifici scolastici a Melito Porto Salvo, le novità

Restyling edifici scolastici a Melito Porto Salvo (Reggio Calabria). L’Assessore Alla Pubblica istruzione Patrizia Crea ed il Sindaco Giuseppe Salvatore Meduri rendono noto alla cittadinanza quanto segue:

Restyling edifici scolastici a Melito P. S.

Qualche giorno addietro sono stati aperti due cantieri e consegnati i lavori per l’adeguamento strutturale di due plessi scolastici, rispettivamente Pilati e Lacco. Si tratta di una consegna parziale alla quale seguirà, a stretto giro, l’apertura del terzo cantiere nel plesso scolastico di Annà in cui l’intervento strutturale è molto più corposo.

Ci riempie di soddisfazione, come amministrazione comunale, essere riusciti, a far partire concretamente, degli interventi sull’edilizia scolastica; di cui si parlava già da anni e che erano già da tempo attenzionati.

La ditta esecutrice dei lavori

La ditta esecutrice dei lavori – continuano Meduri e Crea – sarà l’impresa di BARBARO Salvatore con sede in Vico Monte Grappa n.8 Oppido Mamertina (RC), in avvalimento con l’Impresa Costruzioni Fristachi Salvatore, con sede in Via P. Galluppi n. 41 Satriano (CZ).

Nella giornata di lunedì è stato fatto un sopralluogo nei plessi insieme al Direttore dei Lavori è l’Arch. Salvatore ORLANDO ed insieme al RUP Arch. G. Romeo; i quali hanno illustrato sul posto gli interventi oggetto di finanziamento. Siamo certi che le migliorie strutturali renderanno le scuole più sicure e più moderne.

I termini

Il termine per ultimare l’intervento a regola d’arte è fissato in giorni 120 (centoventi); dalla data di consegna dei lavori e prevede:

L’Edificio di Annà:

Per l’edificio di Annà, il cui intervento è oggetto di consegna nei prossimi giorni, sarà realizzata un’opera di rinforzo della struttura di fondazione; sistemazione delle parti ammalorate di intonaco dell’edificio e sarà realizzato il cappotto termico. L’edificio sarà inoltre collegato alla rete fognaria in Via Nazionale (era servito da fossa biologica).

L’Edificio del Lacco:

Per l’edificio del Lacco la demolizione e ricostruzione dei marciapiedi e l’adeguamento dell’entrata principale per l’abbattimento delle barriere architettoniche. Sarà pavimentato la corte di pertinenza e realizzata una condotta di raccolta e deflusso delle acque meteoriche. Infine sarà operato un intervento di ripristino delle parti di intonaco ammalorate.

Infine, l’Edificio di Pilati:

Per l’edificio di Pilati sono previsti interventi di ripristino di intonaci zoccolature di protezione pilastri; ed ancora, sostituzione dei discendenti; riparazione della recinzione e abbattimento delle barriere architettoniche; prevedendo un percorso esterno che colleghi la viabilità pubblica all’accesso dell’edificio; ioltre dei posti auto riservati; la piena utilizzazione degli spazi anche da parte degli studenti con ridotte o impedite capacita motorie, ed infine almeno un servizio igienico accessibile.

Le conclusioni

Si tratta – aggiungono infine – di edifici abbastanza datati. E che urgono quindi di seri interventi manutentivi e strutturali. Questo è solo l’inizio di un iter che cercheremo di assicurare, sollecitando gli uffici preposti ad intercettare qualsiasi tipo di finanziamento, in tutti i plessi del nostro comune; consapevoli del fatto che la strada è lunga e le sole risorse degli enti comunali in generale non saranno mai sufficienti a garantire opere costose negli edifici scolastici.

Meduri & Crea

Meduri & Crea