Malore in mare, rischia di annegare: donna in salvo a Melito

Malore in mare, rischia di annegare: donna in salvo a Melito

Melito Porto Salvo, litorale jonico in provincia di Reggio Calabria. Sono circa le 18.30 di un rovente pomeriggio di agosto. Una donna cerca di attirare l’attenzione dei presenti per riuscire a portare in salvo l’amica, che entrata in acqua, accusava un improvviso malore. La sfortunata signora, quasi completamente sommersa, stava rischiando di annegare. Immobili, quasi indifferenti, i bagnanti. Tranne un uomo, trovatosi per caso sul posto, che, con ancora addosso scarpe e indumenti, senza pensarci troppo si tuffa e porta a riva la malcapitata.

Succedeva lo scorso 8 agosto, nel tratto di spiaggia conosciuto dai residenti come “Checco”, poco distante dalla stazione ferroviaria di Melito Porto Salvo, dove l’eroe di questa storia, il melitese Luca Micheletta, Maresciallo Capo della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, libero dal servizio, si è reso protagonista di un gesto pieno di coraggio e carico di altruismo.

Luca Micheletta

Luca Micheletta

Ma i problemi non erano ancora finiti. Una volta fuori, la donna, non riusciva a riprendere i sensi. Inutili i primi soccorsi e i tentativi di rianimazione. Immediata la chiamata al 118. Nonostante la tempestività dell’intervento, Micheletta apprendeva dell’impossibilità di arrivo di un’ambulanza. Motivo: la mancanza di mezzi a disposizione. Nel frattempo, tra i presenti accorsi a dare supporto, qualcuno si recava presso il vicino Ospedale per richiedere assistenza medica o quantomeno, la possibilità di utilizzare una barella, ma anche questa attesa è stata delusa. Un ulteriore smacco in una situazione già critica. Ma il Maresciallo, non si è lasciato scoraggiare neppure da questo. Dopo aver tentato invano il trasporto in spalla, con il sostegno di altri due bagnanti e con un mezzo di fortuna, è riuscito a portare la donna, adagiata su una sedia, presso il “Tiberio Evoli”, percorrendo speditamente circa un chilometro a piedi.

Un tardo pomeriggio di paura ma con lieto fine. Dopo il ricovero, la donna oggi sta bene. Appresa la sua sfortunata disavventura, si è subito prodigata nel ringraziare telefonicamente il Sottufficiale. La donna ha poi messo a conoscenza i vertici regionali, provinciali e nazionali della Guardia di Finanza del nobile gesto di cui si è reso protagonista Micheletta.

Multimag Comments

We love comments

1 Comment

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *