Ortopedia Locri, presto nuovi medici

Ortopedia Locri, presto nuovi medici

Il reparto di Ortopedia dell’ospedale di Locri presto accoglierà nuovi medici, scongiurando così il rischio chiusura paventato nei giorni scorsi.

Ortopedia Locri, le criticità

Nelle scorse settimane, l’Ospedale di Locri (Reggio Calabria) era nuovamente finito al centro di diverse polemiche.

Ancora una volta, il dipartimento di Ortopedia era rimasto a corto di personale. Nel reparto, proprio a causa della mancanza di medici e infermieri, vi sono attivati soltanto otto posti letto, a fronte dei venti disponibili.

«Troppo pochi – dicono gli operatori sanitari – per poter dare immediate e tempestive risposte alle emergenze».

L’organico medico presente nel reparto, negli ultimi quattro anni, si è ridotto a sole tre unità. Questo a causa dei pensionamenti e del blocco del turn over. Oggi, nell’Ortopedia di Locri, prestano servizio solo il reggente, il dott. D. Amuso, e solo altri due ortopedici.

Le rassicurazioni

Le rassicurazioni sul futuro dell’Ospedale di Locri giungono dopo l’incontro che si è tenuto ieri mattina in ospedale; presso l’ufficio del viceprefetto Sergio Raimondi.

Quest’ultimo ha assunto l’impegno di adoperarsi «in tempi brevissimi per trovare le necessarie soluzioni». Questo al fine di rafforzare l’organico medico con l’arrivo di almeno quattro nuovi specialisti «anche con l’utilizzo dei medici dell’Azienda che operano nel territorio».

 

Fonte: Pino Lombardo – Gazzetta del Sud