MENU
AZIENDE
BERGAMOTTO
CALABRIA IN CIFRE
CAVALLI
CONTATTACI
CUCINA CALABRESE
DETTI E CANZONI
PUBBLICIZZATI
GUARDA DOVE SIAMO
LOCALITA'
MANDACI DEI CONSIGLI
MANIFESTAZIONI

MUSEI & ARCHEOLOGIA

NOTIZIE & STAMPA
RADIO CALABRESI
RICETTE
SEGNALACI EVENTO
VARIO
VINO & OLIO
LINK
ITINERARI
 
HOME
 
 
 
 
 
 
Il via della corsa a tappe si inserisce in un’area poco abituata a vivere eventi di questa dimensione ma che sta vivendo la vigilia con grande attesa e calore
 
 
REGGIO CALABRIA, 7 maggio 2005 — Neanche i nuvoloni neri che incombono sullo Stretto cancellano il clima di festa che sta vivendo questa città. Lo percepisci dai sorrisi dei reggini che ti accolgono con grande simpatia, dal calore umano che circonda i corridori invasori pacifici e variopinti. Reggio si stringe attorno alla carovana dell’88°Giro d’Italia per questo prologo a cronometro sul lungomare Falcomatà (stasera sarà Petacchi la prima maglia rosa?). E’ una pagina di storia dello sport che s’incunea in un’area poco abituata a vivere eventi di questa dimensione. E loro, campioni e gregari di una fantastica corsa a tappe, sono qui pronti a regalarci grandi imprese in pianura e in montagna.
Ecco lì i quattro Cavalieri del Giro, uno accanto all’altro, bersaglio dei flash di una ventina di fotografi, disponibili a rispondere alle domande dei giornalisti che racconteranno le venti tappe disegnate da Zomegnan e Castellano: Garzelli, Cunego, Basso e Simoni. Volti distesi ma carichi di intensa emotività, risposte dirette e senza reticenze, pronti a darsi battaglia sui tornanti delle mitiche montagne alpine. Damiano Cunego vuol ribadire la supremazia dello scorso anno al Giro e sogna imprese epiche anche al Tour de France. Gilberto Simoni, compagno di squadra di Damiano e co-capitano, cerca la rivincita alla faccia dei suoi 33 anni. Ivan Basso ambisce al posto più alto del podio, dopo il terzo posto nella corsa transalpina. Stefano Garzelli vorrebbe rinverdire i fasti del 2000 quando arrivò in maglia rosa a Milano.
Dai quattro Cavalieri del Giro, probabilmente, uscirà il nome del vincitore anche se le sorprese (ricordare Cunego) possono ribaltare i pronostici e offrirci nuovi protagonisti. D’altronde il percorso di quest’anno offre tante possibilità per compiere grandi imprese. Lo Stelvio e il Colle delle Finestre sono le occasioni più ghiotte, ma tutte le tappe alpine e le due cronometro presentano insidie e opportunità per i campioni. Il Giro, come sempre, attraversa il Paese. E’ una festa di popolo, al Sud, al Centro e al Nord. E’ un grande abbraccio della carovana agli appassionati di ciclismo, a coloro che si riversano sulle strade per salutare gli attori della corsa. Uno spettacolo unico, impagabile, ricco di emozioni e di pathos. Gente d’Italia, cogliete l’attimo. Grandi e piccoli uomini in bici stanno per arrivare. Solo per voi.
 

 
REGGIO CALABRIA, 4 maggio 2005
le tappe del giro
 
le foto
 
 
REGGIO CALABRIA
MELITO PORTO SALVO
INFO & NOTIZIE
 
 
FOTO
 
Grazie a tutti quelli che fino ad oggi hanno visitato il sito ed hanno dato buoni  consigli per l'ampliamento ed il miglioramento del servizio !
Nta Calabria Copyright 2001 (ntacalabria) Tutti i diritti riservati 

 

=>MaKo2002<=